Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Desaparecidos, unico imputato in Italia rinchiuso in carcere a Salerno

L'avvocato Francesco Saverio Guzzo. "Il mio assistito era intenzionato a consegnarsi. Avrebbe atteso l'esito di una serie di accertamenti medici per alcune patologie di cui soffre da tempo"

E' rinchiuso, da questa mattina, nel carcere di Fuorni, a Salerno, il 72enne Jorge Nestor Troccoli, l'ex ufficiale uruguayano condannato ieri in via definitiva all'ergastolo insieme ad altri ex militari a conclusione del processo sul cosiddetto "Piano Condor". E' quanto si apprende da ambienti della difesa. A emettere la sentenza ieri sono stati i giudici della prima sezione penale della Cassazione sulla vicenda dei Desaparecidos alcuni di origine italiana, rapiti e uccisi in Sudamerica negli anni delle dittature militari. 

La difesa 

"Non ci è stato notificato ne' il dispositivo della sentenza della Corte di Cassazione ne' l'ordine di esecuzione pena", ha spiegato il difensore di Troccoli, l'avvocato Francesco Saverio Guzzo. "Il mio assistito era intenzionato a consegnarsi. Avrebbe atteso l'esito di una serie di accertamenti medici per alcune patologie di cui soffre da tempo. E ieri, infatti, era all'ospedale di Battipaglia per fare degli esami. Questa mattina alle 11, appena dimesso, è stato raggiunto da alcuni militari del Ros che lo hanno portato in caserma e poi in carcere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Desaparecidos, unico imputato in Italia rinchiuso in carcere a Salerno

SalernoToday è in caricamento