menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tribunale di Salerno

Il tribunale di Salerno

Diffamarono il loro avvocato, 25 ferrovieri a processo: sono accusati di calunnia

La vicenda esplode tra il 2004 e il 2005 quando la sezione del Tribunale del lavoro di Salerno respinge un ricorso proposto dagli odierni imputati contro la società ferroviaria

Diffamarono l’ avvocato che li aveva assistiti in una causa di lavoro contro le Ferrovie dello Stato. Per questa ragione venticinque dipendenti ed ex impiegati di Trenitalia sono finiti a processo davanti al giudice della seconda sezione penale di Salerno perchè accusati di calunnia. Alla sbarra sindacalisti e ferrovieri residenti a Salerno, Cava, Battipaglia, Nocera Scafati, Bracigliano e Pontecagnano, alcuni dei quali sono già in pensione. La vicenda, infatti, esplode tra il 2004 e il 2005 quando la sezione del Tribunale del lavoro di Salerno respinge un ricorso proposto dagli imputati contro la società ferroviaria. Successivamente 25 dei 100 dipendenti accusarono il loro legale di aver omesso di informarli dell’opportunità di ricorrere in Appello, facendo trascorrere il termine utile per presentare un ulteriore ricorso. Per questa ragione, poco dopo, lo denunciarono anche per infedele patrocinio e tentata truffa, per aver chiesto il pagamento di una parcella di poche migliaia di euro.

L’ipotesi di calunnia, quindi, è scattata quando gli imputati, nel presentare denuncia all’Autorità giudiziaria, asserivano che il loro ex avvocato “aveva atteso i termini di scadenza del ricorso in modo da chiudere definitivamente il discorso”. Di qui l’inizio del processo. Nella giornata di ieri sono stati ascoltati i primi testi della difesa. La prossima udienza è fissata per il 23 marzo
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento