Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

Salerno Pulita, Ferraro si dimette: le reazioni dei sindacati

Il presidente di Salerno Pulita, dopo un anno di guida della partecipata che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti, ha rassegnato le sue dimissioni

Si è dimesso Antonio Ferraro, presidente di Salerno Pulita, dopo un anno di guida della partecipata che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti,

Il commento del segretario generale della Funzione Pubblica della Cgil Antonio Capezzuto

“Le dimissioni di Antonio Ferraro sono l’ennesimo duro colpo per la società e per i lavoratori, ad un anno preciso dal suo insediamento. Un anno complicato, condizionato dall’avvento della pandemia, in un’azienda di 500 dipendenti dove l’attenzione alle questioni legate alla sicurezza non è mai venuta meno, avendo garantito più volte lo screening a tutto il personale per evitare pericolosi focolai. Il dialogo costante con le Organizzazioni Sindacali ha consentito di chiudere delle partite importanti, anzi “storiche”, come il raggiungimento del full time per centinaia di operatori, il superamento della fase di crisi delle pulizie dopo la perdita dell’appalto del Tribunale, l’adeguamento dei livelli del personale traguardato allo spazzamento, la messa in sicurezza delle isole ecologiche.

Per l’ennesima volta, a fare un passo indietro è l’Amministratore Unico. Negli ultimi 2 anni sono già tre gli Amministratori dimessi: Fiorillo nel settembre 2019, Sardone a febbraio 2020 e oggi Ferraro. Pensiamo ci sia la necessità di stabilità e prospettiva. Non abbiamo l’anello al naso e sappiamo che tutte le polemiche sorte in queste ultime settimane sono frutto delle solite manovre pre-elettorali, ma a pagarne le spese sono sempre i lavoratori, da sempre sottoposti al pubblico ludibrio perché individuati quali responsabili dell’inefficienza della società nel garantire un servizio all’altezza. Per noi “stabilità e prospettiva” significa “parlare chiaro” con i lavoratori e con le rappresentanze sindacali circa gli obiettivi e le strategie future. Non staremo a guardare mentre qualcuno immagina di smantellare una Società Partecipata, agitando per l’ennesima volta lo spettro della privatizzazione.

Le responsabilità sono chiare a tutti, ma non si è avuto il coraggio di intervenire con solerzia, a partire da una nuova campagna di sensibilizzazione nei confronti di una cittadinanza che non risponde più come un decennio fa, da una riorganizzazione seria dei servizi coadiuvata da professionalità all’altezza della sfida e non improvvisate, da una rivisitazione del calendario di conferimento, e soprattutto da un controllo serrato del territorio per evitare scarichi abusivi e illegalità.<Non resteremo inermi spettatori di queste ennesime dimissioni: siamo pronti a dialogare con l’Amministrazione per definire insieme le strategie per il futuro, per garantire a Salerno una società solida e all’altezza della sfida, a tutela dei cittadini e dei lavoratori tutti. Ci aspettiamo da subito una convocazione da parte del Sindaco, per tranquillizzare le maestranze e chiarire le prospettive .Ringraziamo Antonio Ferraro per il lavoro svolto, per la professionalità, l’eleganza, e soprattutto l’umanità che ha sempre anteposto ad ogni scelta, nell’interesse dei lavoratori e al servizio della città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno Pulita, Ferraro si dimette: le reazioni dei sindacati

SalernoToday è in caricamento