Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Disabilità senza barriere, il terzo settore colma il gap pandemico: FISH in prima linea

Si è tenuto ieri il Congresso per il rinnovo delle cariche sociali della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap della Campania

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Si è tenuto ieri il Congresso per il rinnovo delle cariche sociali della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap della Campania, a cui aderiscono alcune tra le più rappresentative associazioni territoriali impegnate nelle politiche dell’inclusione sociale delle persone con differenti disabilità. L’evento si è tenuto presso il Sunrise Resort di Battipaglia che ha ospitato l’evento nella riqualificata sala convegni. Un luogo simbolico che definisce una nuova prospettiva delle politiche socialidelle disabilità, ri-nato per promuove il turismo accessibile e per sviluppare progettualità di inclusione dei lavoratori con disabilità fisiche, sensoriali e intellettive. Durante il congresso, a cui erano presenti i vertici delle associazioni del terzo settore aderenti alla FISH, tra le tematiche oggetto di trattazione sono state messe alla luce le più rilevanti fragilità del sistema del welfare della Regione Campania e del Sistema Sanitario Nazionale che hanno fatto registrare durante la pandemia - in non poche occasioni - la sospensione dei servizi socio-sanitari destinati a soggetti fragili e con disabilità.

Di contrappasso, la nota positiva emersa durante la discussione è stata il notevole potenziale del sistema associativo, che ha visto impegnati sul campo numerosi volontari, nell’assistenza alla somministrazione dei vaccini sia per i soggetti fragili che per i rispettivi caregiver. Numerosi sono state infatti a livello locale le organizzazioni di volontariato che hanno assistito le persone con disabilità e gli anziani nelle procedure assistenziali e logistiche per la somministrazione dei vaccini anti-covid, sia attraverso l’organizzazione logistica dalle abitazioni ai centri di vaccinazione, sia attraverso le somministrazioni a domicilio nei casi più complessi.“La crisi sanitaria e sociale, causata dalla pandemia – afferma Daniele Romano presidente FISH Campania - ci ha fatto capire che questo sistema di welfare, basato ancora sulle politiche di protezione, reclusione, ed assistenzialismo non può funzionare. Sono necessarie politiche che mettono realmente al centro le persone con disabilità con i propri diritti, che li rendano indipendenti e autonomi dalle famiglie e anche dal contesto abitativo”.

Con il rinnovamento delle cariche sociali FISH Campania il nuovoesecutivo sarà così composto: Daniele Romano Presidente; Rosaria Duraccio, Nicola Longo, Alessandro Parisi e Gennaro Peruzzo, membri del Consiglio del Direttivo; Generoso Di Benedetto, Massimo Miccio e Matteo Ricciardi componenti del Comitato dei Garanti. Un augurio va ai nuovi eletti e per incarichi rinnovati e per l’impegno che ciascuno metterà a disposizione per la causa del rispetto dei diritti delle persone con disabilità e delle loro famiglie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabilità senza barriere, il terzo settore colma il gap pandemico: FISH in prima linea

SalernoToday è in caricamento