Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca

Nocera Inferiore, sigilli a discarica abusiva di mille metri quadrati

Nell'area, adibita abusivamente a discarica, c'erano rifiuti speciali non pericolosi e materiale di risulta: denunciato un responsabile

Una parte dell'area sequestrata (foto carabinieri NOE)

Una vera e propria discarica abusiva è stata sequestrata a Nocera Inferiore dai carabinieri del nucleo operativo ecologico del comando provinciale di Salerno, agli ordini del capitano Giuseppe Ambrosone. Un responsabile è stato denunciato all'autorità giudiziaria. Nel dettaglio i militari hanno posto i sigilli ad un'area di circa mille metri quadrati, facente parte di un più ampio piazzale di pertinenza di un'azienda di recupero di rifiuti speciali, a sua volta parte di una più vasta cava. Sull'area di mille metri quadrati sequestrata i carabinieri hanno rinvenuto rifiuti speciali non pericolosi in grande quantità: tra questi rifiuti derivanti dall'attività di costruzione e demolizione ossia mattonelle, mattoni, cemento, residui di plastica, ferro ed imballaggi, oltre a grossi blocchi di cemento con armatura in ferro e terreno.

discarica nocera2-2Nel corso delle indagini i carabinieri del NOE hanno scoperto inoltre che l'area autorizzata per il recupero non comprendeva l'area di mille metri quadrati sequestrata in seguito. I militari hanno infatti scoperto che essa non aveva i requisiti necessari per essere adibita a discarica: non c'era pavimentazione o impermeabilizzazione, non c'era sistema di raccolta delle acque meteoriche ma solamente il terreno. Per gli inquirenti si è configurato quindi l'utilizzo abusivo dell'area, con attività di recupero di rifiuti senza autorizzazione.

Il legale rappresentante dell'impianto è stato denunciato all'autorità giudiziaria per violazioni al Codice dell'Ambiente, relativamente all'effettuazione di attività di recupero dei rifiuti speciali non pericolosi in un'area sprovvista delle necessarie autorizzazioni e non idonea allo scopo. Il legale rappresentante è stato inoltre denunciato "per avere superato per l’anno 2011 il limite massimo annuo di gestione della tipologia di rifiuti autorizzata, nonché per avere continuato ad esercitare un impianto per il trattamento di rifiuti inerti producenti emissioni in atmosfera, con autorizzazione scaduta".

Sulla vicenda indagano i magistrati della sezione reati ambientali della procura della Repubblica presso il tribunale di Nocera Inferiore, Giuseppe Cacciapuoti e Marielda Montefusco, coordinati dal procuratore capo Giancarlo Izzo.

 

 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nocera Inferiore, sigilli a discarica abusiva di mille metri quadrati

SalernoToday è in caricamento