Sapri, discariche a cielo aperto nel centro cittadino: presentato un esposto

I rifiuti di plastica, polistirolo, ingombranti e numerose riviste di carattere medico sono ben visibili in un’area privata, ma accessibile a tutti, dietro la palazzina disabitata in via Carlo Pisacane 28

Una delle discariche

Da alcuni giorni nella cittadina di Sapri sono comparse diverse discariche. "I rifiuti di plastica, polistirolo, ingombranti e numerose riviste di carattere medico sono ben visibili in un’area privata, ma accessibile a tutti, dietro la palazzina disabitata in via Carlo Pisacane 28" denuncia Paolo Abbate, attivista per l’ambiente della zona, secondo il quale “le riviste possono essere probabilmente riconducibili allo studio dentistico trasferitosi da tempo altrove. Altro abbandono di rifiuti vari è presente in un’area aperta dell’Enel a lato del liceo Carlo Pisacane in via Gaetani”.

Per questa ragione ha presentato un esposto al Comune, visto che spetta agli uffici comunali “il controllo del territorio e l'accertamento degli abusi in materia ambientale come prevedono le leggi 152 del 2006 e del 9 dicembre 2013”. Secondo quest'ultima spetta ai Comuni “entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge,individuare ed accertare, tramite apposito registro, le aree pubbliche e private interessate dall'abbandono e rogo di rifiuti nell'ultimo quinquennio, avvalendosi tra l'altro dei rilievi effettuati e messi a disposizione dagli organismi amministrativi e di controllo competenti anche a seguito di segnalazioni di singoli cittadini ed associazioni”

Non solo ma “il sindaco dispone con ordinanza le operazioni a tal fine necessarie ed il termine entro cui provvedere, decorso il quale procede all'esecuzione in danno dei soggetti obbligati ed al recupero delle somme anticipate”. Per questa ragione Abbate chiede all’ente di accertare l’illeciti segnalati, individuare i responsabili ripristinando urgentemente i luoghi allo stato originario, considerato anche il valore del decoro urbano in una cittadina a vocazione turistica come Sapri (bandiera blu e verde).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento