Cronaca

Celle di Bulgheria: distrutti i nidi di rondini, la denuncia

Abbate: "L’odioso crimine del quale si prevede l’arresto si è ripetuto, probabilmente perché le rondini sporcavano il pavimento della fontana"

Per il terzo anno consecutivo nidi di rondine con pulli, già in stato avanzato di crescita, sono stati distrutti da ignoti sotto la tettoia della fontana dell’oasi Jacolina nel comune di Celle di Bulgheria. A denunciarlo, l'attivista ambientale Paolo Abbate: "Quest’anno, anche dietro nostro suggerimento, è stata installata una videocamera di sorveglianza in tempo debito. Malgrado ciò l’odioso crimine del quale si prevede l’arresto (art: 544 bis C.p) si è ripetuto, probabilmente perché le rondini sporcavano il pavimento della fontana. Adesso una nuova coppia ci sta riprovando su un’altra trave della tettoia", si legge sulla nota stampa.

E’ stato, dunque, inviato un esposto al sindaco di Celle, al Cta di Vallo, al presidente del Parco nazionale e alla Procura,  in cui si chiede se le videocamere fossero in funzione ed in caso positivo di individuare i responsabili. Amarezza nella comunità.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Celle di Bulgheria: distrutti i nidi di rondini, la denuncia

SalernoToday è in caricamento