rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Scafati

Coronavirus, addio a zeppole, pastiere e dolciumi a Scafati: scatta il divieto

Il sindaco: "Panifici, salumerie e negozi di generi alimentari potranno produrre solo pane, grissini, pane biscottato, taralli ovvero prodotti di prima necessità, nel pieno rispetto delle disposizioni contenute nei decreti"

Divieto di vendita di prodotti di pasticceria fresca per tutti i panifici, salumerie e i negozi di generi alimentari presenti a Scafati. Il sindaco Cristoforo Salvati, infatti, qualche giorno fa, ha firmato un'ordinanza per disporre il divieto che, come spiega il primo cittadino, "si è reso necessario alla luce di numerose richieste pervenute alla mia attenzione circa la possibilità di vendita da parte dei panifici di dolci con crema ed altri prodotti di pasticceria, considerando che, con le festività di San Giuseppe e della Santa Pasqua, è tradizione consumare particolari tipi di dolci come zeppole, pastiere di grano ecc".

La decisione

Panifici, salumerie e negozi di generi alimentari potranno produrre solo pane, grissini, pane biscottato, taralli ovvero prodotti di prima necessità, nel pieno rispetto delle disposizioni contenute nei decreti emanati dagli organi governativi per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. "I trasgressori saranno perseguiti ai sensi dell’art.650 del codice penale, oltre che con l’applicazione della sanzione pecuniaria fino a 500 euro. Chiedo a tutti senso di responsabilità e collaborazione", ha concluso il sindaco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, addio a zeppole, pastiere e dolciumi a Scafati: scatta il divieto

SalernoToday è in caricamento