Mobilità interprovinciale per i docenti: torna a Salerno solo il 7% dei richiedenti

Pochi ritorni a casa: solo il 7% dei richiedenti mobilità nazionale farà ingresso a Salerno e provincia mediante il trasferimento interprovinciale

Migliaia di insegnanti salernitani di ruolo, ma in servizio nelle regioni del centro-nord Italia, domani conosceranno il proprio destino. Risultano, in particolare, 3.600 i docenti salernitani che da anni lavorano nelle province del centro e del nord Italia, intenzionati a ritornare nel nostro territorio.

I dati

Come riporta Il Mattino, tuttavia, ci sarà spazio per pochi ritorni a casa: solo il 7% dei richiedenti mobilità nazionale farà ingresso a Salerno e provincia mediante il trasferimento interprovinciale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Grande attesa a Fisciano, apre il Parco Commerciale "Le Cinque Porte"

  • Il postino di "C'è Posta per Te" fa tappa a Padula: mistero sul destinatario della lettera

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Allerta meteo in Campania, i sindaci salernitani chiudono le scuole: ecco i comuni

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento