rotate-mobile
Cronaca Centro

Omicidio Simonetta Lamberti, domani udienza dinanzi al Gup

La bambina di 11 anni, figlia dell'allora procuratore della repubblica di Sala Consilina stava tornando a casa, a Cava de'Tirreni, assieme al papà quando un sicario la uccise

E' fissata per domani mattina dinanzi al Gup del tribunale di Salerno, Sergio De Luca, l'udienza a carico di Antonio Pignataro, pentito storico della camorra, che si è accusato di aver preso parte assieme ad altre quattro persone all'omicidio di Simonetta Lamberti, figlia dell'allora procuratore della Repubblica di Sala Consilina, Alfonso Lamberti, uccisa il 29 maggio 1982. Simonetta, 11 anni, stava tornando a casa, a Cava de'Tirreni, assieme al papà quando un sicario la uccise.

Pignataro, per il quale il pm della Dda di Salerno, Vincenzo Montemurro, ha chiesto il rinvio a giudizio, attualmente è detenuto per altri reati. Originario di Nocera, 55 anni, negli anni '80 faceva parte della Nuova Camorra Organizzata di Raffaele Cutolo e controllava per il clan camorristico il malaffare nell'agro sarnese nocerino. Nell'ultimo anno Pignataro è stato ascoltato per ben tre volte dal magistrato della Dda salernitana, Montemurro, fornendo particolari sul raid di morte avvenuto a Cava de'Tirreni. Del gruppo facevano parte altre quattro persone, decedute successivamente nel corso della guerra fra clan camorristici.

La famiglia Lamberti, mamma e due figli, si è costituita parte civile mentre in aula sarà presente anche don Luigi Ciotti, presidente di Libera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Simonetta Lamberti, domani udienza dinanzi al Gup

SalernoToday è in caricamento