menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Domenico Natella

Domenico Natella

Ciak, si gira in Paraguay: la storia di Natella, regista salernitano

Il professionista ha fatto strada in Sud America riscuotendo i consensi della critica e incassando prestigiosi premi cinematografici. I suoi alunni hanno interpretato 7 cortometraggi su tematiche sociali


Chi emigra ha il cuore gonfio e tanti sogni nel cassetto. Chi emigra inizia un'affannosa ricerca ma non sempre ha chiaro l'obiettivo. Domenico Natella, invece, regista salernitano di successo, ha trasformato l'obiettivo, quella ripresa cinematografica, nel proprio, brillante lavoro. Sceneggiatore, regista e professore di recitazione, si è affermato da parecchi anni in Sud America e porta in alto il nome di Salerno, in giro per il mondo. Domenico Natella si è formato negli Stati Uniti presso la New york Film Academy di Los Angeles e in Spagna e in Italia con nomi importanti del cinema quali Abel Ferrara, Fernando Solanas, Assunpta Serna, Werne Herzog. Come film maker ha vinto venti premi ai numerosi festival di cinema a cui ha partecipato, compresa la menzione speciale che lo ha di recente inorgoglito, in occasione del Festival di cinema GLBT di Asuncion, nel centro culturale spagnolo Juan de Salazar, grazie al corto italiano "L'interruzione". 

Il lavoro cinematografico è stato prodotto dall'Università degli Studi di Salerno nel 2007 ed ha già conquistato il gradino più alto del podio, durante il Festival del cinema libero di Roma e del premio alla regia Winning Horses, presso il Museo di Arte contemporanea di Rovereto. Negli ultimi dodici mesi, Domenico Natella è stato protagonista come professore/regista in Paraguay, nella città di Asuncion, di numerosi corsi e workshop di recitazione cinematografica nelle prestigiose scuole e accademie di recitazione cinematografica e teatrale TIA dei premiatissimi registi paraguayani Maneglia Schembori e presso l'accademia EL ARTISTA della famosa attrice Natalia Sosa Jovellanos. I corsi e workshop si sono conclusi con la realizzazione di 7 cortometraggi su tematiche sociali che gli alunni hanno interpretato. I corti verranno in futuro proposti in rassegne e festival al fine di promuovere a livello internazionale il talento attoriale locale. I corsi hanno già "sfornato" alcuni attori emergenti paraguayani già celebri nel proprio Paese: Carlos Ortellado, Antonella Zaldiva, Anna Rosa Guggiari, Jazzmin Romero, Gustavo Mancuello 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento