Cronaca Pastena / Via Rocco Cocchia

Pastena, don Mari lascia la chiesa del Volto Santo: "Ma non sono decrepito"

Tanta amarezza viene espressa dal parroco, che da 49 anni guida la parrocchia di via Rocco Cocchia, per la decisione presa dall'arcivescovo di Salerno di sostituirlo con un altro prete: "E' immotivata". Stasera l'ultima Messa

Dopo 49 anni oggi don Pietro Mari lascerà la parrocchia del “Volto Santo” situata nel cuore del popoloso quartiere Pastena a Salerno. La Curia, infatti, ha deciso di pensionarlo per raggiunti limiti di età facendo subentrare al suo posto don Francesco Coralluzzo. Ieri, durante la Santa Messa del sabato, il sacerdote - riporta Il Mattino - ha iniziato a salutare i suoi fedeli cercando di non essere “patetico, sentimentale e melodrammatico”. “I veri legami, l’affetto, l’amicizia, quando sono saldamente legati sulla Roccia-Gesù non possono svanire e lasciarci freddi e indifferenti solo perchè qualcuno ha deciso, non so ancora bene il perchè, di troncarli bruscamente” sono state le sue parole.

Non è mancato anche un pensiero amaro rispetto alla decisione presa dal vescovo Luigi Moretti di togliergli l’incarico a cui tanto teneva: “La decisione dell’avvicendamento è piovuta dall’alto e mi è stata comunicata in modo burocratico. E’ stato un atto immotivato, visto che non sono ancora decrepito. La chiesa – ha dichiarato don Pietro – è una famiglia, e prima di togliere un padre alla famiglia bisognerebbe pensarci su. Invece si è fatto prevalere la legge sulle persone. E pensare – ha aggiunto – che anche il codice dice che quando un sacerdote presenta le dimissioni un vescovo deve valutare e ponderare bene se accettarle o prorogarne il mandato”.

A don Mari la Curia ha offerto lìincarico di delegato al dialogo ecumenico ed inter-religioso. Ma lui ancora non ha accettato. Stasera alle 19 l’ultima messa del parroco con l’allestimento di un maxischermo. Previsto un bagno di folla.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pastena, don Mari lascia la chiesa del Volto Santo: "Ma non sono decrepito"
SalernoToday è in caricamento