rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Vallo della Lucania

Muoiono di tumore dopo il trapianto di organi del donatore suicida: il caso

A novembre del 2012, in particolare, un 63enne di Vallo si sottopose al trapianto, superando bene l'intervento. Ma nel giugno del 2013, le sue condizioni si aggravarono

Triste destino, per un cilentano che aveva ricevuto un organo da un donatore di Brescia. Purtroppo è morto per un tumore aggressivo dopo sei mesi da quel trapianto di rene: simile sorte per due persone cui erano stati donati altri organi dallo stesso uomo. Sulle tre morti c'è una indagine in corso: della vicenda si occupa anche il ministero della Salute. Sul donatore di Brescia, morto suicida, non sarebbe mai stata eseguita la biopsia.

Un noto primario del nord è indagato per omicidio colposo. A novembre del 2012, il 63enne di Vallo si sottopose al trapianto, superando bene l’intervento. Ma nel giugno del 2013, le sue condizioni si aggravarono: morì un mese dopo. Immediata la denuncia dei familiari: si indaga.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muoiono di tumore dopo il trapianto di organi del donatore suicida: il caso

SalernoToday è in caricamento