rotate-mobile
Cronaca Angri

Angri, si dà fuoco per protesta al comune: non è grave

Una donna di 63 anni, per protestare contro i rumori provenienti da una zona vicino alla sua abitazione, si è data fuoco negli uffici del comune dopo essersi cosparsa di liquido infiammabile. Non sarebbe fortunatamente grave

Una donna di 63 anni si è data fuoco nell'ufficio tecnico del comune di Angri, nell'agro nocerino sarnese: secondo quanto si è appreso le sue condizioni non desterebbero preoccupazioni, grazie anche al pronto intervento dei carabinieri della locale stazione e della polizia municipale. La donna è stata soccorsa e trasportata all'ospedale di Nocera Inferiore con ustioni alle braccia e alle gambe. Sarebbero rimasti lievemente ustionati anche due carabinieri. Secondo quanto si è appreso la donna si era recata negli uffici del comune per protestare contro i rumori provenienti da una zona poco distante dalla propria abitazione. La donna si sarebbe prima cosparsa i vestiti di liquido infiammabile, contenuto in due bottiglie di plastica, per poi darsi fuoco. I dipendenti dell'ufficio comunale avevano provveduto ad avvertire la polizia municipale ed i carabinieri che quando hanno visto le fiamme sono intervenuti, evitando che la donna potesse riportare ulteriori conseguenze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Angri, si dà fuoco per protesta al comune: non è grave

SalernoToday è in caricamento