Agropoli, partorisce un bimbo già morto: il marito sporge denuncia

Lunedì sarà eseguita l’autopsia sul corpo del piccolo, per stabilire eventuali responsabilità penali: si indaga

Dramma ad Altavilla: una giovane mamma ha partorito un bambino già morto, mercoledì sera, all’Istituto clinico Mediterraneo (ex clinica Malzoni) di Agropoli. Il marito della donna, ha sporto denuncia ai carabinieri, per verificare se vi sia stata o meno negligenza medica.

Le indagini

L’informativa è finita in procura a Vallo delle Lucania e il sostituto Paolo Itri ha disposto il sequestro della salma, come riporta La Città. Lunedì, dunque, sarà eseguita l’autopsia sul corpo del piccolo, per stabilire eventuali responsabilità penali. Accertamenti in corso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento