menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Nascondevano panetti di hashish nel camion, tra gli arrestati un uomo di Angri

Gli agenti hanno fatto irruzione nel piazzale della ditta, incastrando l'autista del camion, il 54enne di Angri, il titolare dell'impresa, un 56enne di Lavello, ed un 49enne di origini marocchine

E' accaduto giovedì scorso, ma è stato reso noto solo oggi: la Guardia di Finanza di Trento e la Polizia di Stato di Foggia hanno sequestrato una tonnellata di hashish a Lavello, in provincia di Potenza, arrestando l'autista del camion utilizzato per il trasporto. A finire in manette, V.M., 54 anni, di Angri, un imprenditore potentino, D.R.S., 56 anni, titolare di un'azienda agricola, destinata a luogo di stoccaggio dello stupefacente per la successiva distribuzione, e M.B. di 49 anni, di origini marocchine, individuato dagli investigatori quale destinatario del carico illecito. La droga, stoccata in Basilicata, avrebbe fruttato oltre dieci milioni di euro.

Il blitz

A Lavello, i militari della Guardia di Finanza e i Poliziotti hanno notato un autocarro che, alle prime luci dell'alba, entrava in un'area privata di pertinenza di un'impresa agricola, dove stava giungendo anche un'automobile condotta da un magrebino. Gli agenti, insospettiti, hanno fatto irruzione nel piazzale della ditta, sorprendendovi l'autista del camion, il 54enne di Angri , il titolare dell'impresa, un 56enne di Lavello, ed un 49enne di origini marocchine, sempre residente a Lavello, che avevano appena iniziato le operazioni di scarico dei bancali contenuti nel mezzo pesante.  All'interno del camion sono stati trovati 946,5 chilogrammi di hashish in panetti, confezionati in 30 pacchi di cartone completamente avvolti in nastro adesivo da imballaggio, nascosti con un carico di copertura costituito da pellet di legno. L'hashish e l'autocarro sono stati sequestrati. I tre, tutti pregiudicati per vari reati, sono stati arrestati, in flagranza di reato (traffico di stupefacenti aggravato dall'ingente quantitativo).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento