Cronaca

Due rapine a mano armata in meno di 24 ore: fermato il responsabile

I carabinieri della sezione operativa coordinata dal Capitano Graziano Maddalena, sono entrati in azione ieri, 2 giugno. L’accusa per il 28enne è di rapina aggravata in concorso con un altro soggetto in corso di identificazione

E' stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto un cittadino di origine rumena, da molti anni residente a Pontecagnano, M.R.G. le sue iniziali, classe '93. I carabinieri della sezione operativa coordinata dal Capitano Graziano Maddalena, sono entrati in azione ieri, 2 giugno. L’accusa è di rapina aggravata in concorso con un altro soggetto in corso di identificazione. Le indagini sono scaturite a seguito di due rapine a mano armata commesse il 1° giugno: la prima alle ore 5:30 in Pontecagnano presso il bar “Commerciale” di corso Umberto I°, dove un giovane con accento straniero e con il volto coperto da casco, passamontagna e mascherina è entrato nel locale e, facendo intravedere la pistola dentro la tasca, ha minacciato la titolare ed è riuscito a prelevare l’intero cassetto contenente circa 100€. Il secondo episodio avvenuto in tarda serata a Montecorvino Pugliano, in località Pagliarone presso il bar “L’incontro”, ha avuto come protagonisti due uomini entrambi armati di pistola e con indosso il casco, passamontagna  e mascherina. Anche in questo caso i malfattori dopo aver minacciato il titolare hanno prelevato la cassa con l’importo della giornata, circa 1000 euro.

rapina bar commerciale2-2

Il fermo

Le indagini durante tutto il giorno, mentre il Paese festeggiava il 2 giugno, sono consistite in una fitta acquisizione di video di sorveglianza sia comunali che private, ma soprattutto una costante azione di monitoraggio del territorio che ha consentito di fermare il soggetto nei pressi di via delle Sirene in Pontecagnano. Il giovane, già sospettato di altri delitti, era a bordo di un suv con all’interno i caschi utilizzati durante le rapine. Infine la perquisizione presso il domicilio ha consentito di scovare un passamontagna. I militari, una volta riscostruito i movimenti del fermato, hanno ispezionato le zone circostanti e, sempre nei pressi di via delle Sirene, hanno rinvenuto in una buca scavata in un terreno a bordo strada le due pistole: due scacciacani prive di tappo rosso. Il rumeno in nottata è stato condotto presso il carcere di Salerno dove attenderà il giudizio di convalida, gravi gli indizi nei suoi confronti.

La ricerca del complice

I militari stanno continuando ad indagare per individuare il complice del fermato che ha messo a segno con lui la rapina a Pagliarone. Gli accertamenti sono finalizzati anche a scoprire se il giovane sia o meno coinvolto nella serie di rapine, tutte molto simili, registrate nel territorio di Pontecagnano e Salerno da diversi mesi a questa parte. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due rapine a mano armata in meno di 24 ore: fermato il responsabile

SalernoToday è in caricamento