menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nicola Marra

Nicola Marra

Positano, due risse in discoteca mentre Nicola Marra moriva

Continuano senza sosta le indagini della Procura di Salerno su quanto accaduto la notte di Pasqua. Esami autoptici decisivi per chiarire le cause del decesso del ragazzo

La notte in cui è morto Nicola Marra sono andate in scena ben due risse nella discoteca “Music on the Rocks” di Positano. E’ quanto si apprende informalmente - riporta Il Mattino - dal racconto di chi, la notte di Pasqua, era in quella discoteca ed è rimasto scosso da quanto poi accaduto, ma viene confermata dagli organi inquirenti i quali, però, precisano che al momento non vi sarebbero elementi per collegare la morte del giovane napoletano con quei due eventi. Gli investigatori hanno ricostruito quanto accaduto quella maledetta notte.

Il retroscena

Il primo episodio. Intorno alle 2 di notte, davanti alla discoteca, è arrivata un’ambulanza del 118 per soccorrere un ragazzo: il giovane non faceva parte del gruppo di napoletani che erano insieme a Nicola ma, dopo che i sanitari lo hanno soccorso, la serata è continuata senza problemi. Il secondo episodio, invece, si è verificato intorno alle 4.40: quasi un’ora dopo che Nicola ha lasciato il locale e si è inerpicato sulle montagne della Costiera e, anche in questa circostanza, non ci sono gravi conseguenze per nessuno. Si tratta di dettagli sui cui i carabinieri avrebbero insistito anche con gli amici del giovane deceduto comparando tutte le dichiarazioni rese per individuare eventuali discordanze. Che qualcosa sia successo all’interno di quel locale è un sospetto comune e la chiusura degli inquirenti sull’evoluzione delle indagini resta legata agli esiti degli esami autoptici e tossicologici eseguiti nei giorni scorsi sulla salma del ragazzo. Al momento l’unica certezza è che il ragazzo è morto sul colpo, scivolando a valle da un’altezza di una settantina di metri e sul suo corpo sono stati trovati soltanto quei segni e quei lividi ritenuti dal medico legale compatibili con una caduta e, soprattutto, con le tracce lasciate dal corpo di Nico sul terreno che dalla stradinaaffaccia poi sul vallone dove è stato rinvenuto il cadavere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

social

Dopo il "Zitt!" arriva la festa anche per Raffaele il Vikingo

social

Salerno: apre "Osteria di Pescheria", "Pizzicorio" diventa anche bar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento