menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Duomo di Amalfi: storia del gioiello della costiera

Chi è stato ad Amalfi non avrà potuto far a meno di notare la suggestiva cattedrale normanna che si erge in cima a una lunga e monumentale scalinata sovrastando la piazza principale della cittadina

Chi è stato ad Amalfi non avrà potuto far a meno di notare la suggestiva cattedrale normanna che si erge in cima a una lunga e monumentale scalinata sovrastando la piazza principale della cittadina: la cattedrale è il vero simbolo della cittadina costiera, la cui visita vale la pena solo per ammirare il capolavoro architettonico del Duomo di Amalfi.

Come nasce un capolavoro dell'architettura

Forse non tutti sanno che il duomo di Amalfi è dedicato a Sant’Andrea, patrono della città, per questo è anche conosciuto come cattedrale di Sant’Andrea: la struttura risale al IX secolo, tempo in cui Amalfi era una delle quattro potenze commerciali note come Repubbliche Marinare. Inizialmente le basiliche amalfitane erano due: una oggi corrisponde alla parte del duomo più antica, che fu eretta da Mansone II, e l’altra invece risale alla metà del IX secolo. Solo nel XIII secolo l’arcivescovo Capuano deciderà di unire le due basiliche per crearne una sola a cinque navate, ovvero l’attuale duomo, che ha subito col tempo altri stravolgimenti tra ampliamenti e ricostruzioni che gli hanno conferito l’aspetto attuale. Tra i vari grandi e piccoli ritocchi subiti, la cattedrale non ha perso il portale della sua facciata originaria: la porta di fattura bizantina realizzata in bronzo è, infatti, ancora lì dal 1065, dopo essere arrivata da Costantinopoli, ed è ancora sormontata da una lunetta in cui si trova l’affresco realizzato da Domenico Morello e Paolo Vetri. Ciò che caratterizzata il duomo ancora oggi è il particolare tipo di mosaico che orna completamente la facciata: il mosaico rappresenta Cristo in trono circondato dagli evangelisti tra un tripudio di forme e colori particolarmente luminosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento