Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Vende appartamento ad un "amico", ma la firma è falsa: a processo vanno in due

A processo per circonvenzione di incapace un avvocato ed un ex carabiniere. Secondo le accuse, avrebbero sottratto un bene immobile ad un anziano, convincendolo poi a venderlo ad uno di loro

Mandati a giudizio per circonvenzione di incapace: secondo le accuse, avrebbero sottratto un bene immobile ad un anziano. Gli imputati sono un avvocato ed ex esponente delle forze dell'ordine. Il processo per loro partirà il prossimo 11 dicembre, a Salerno. 

La storia

La denuncia sarebbe partita dopo il decesso di una donna, moglie dell'anziano e proprietaria di un appartamento a Salerno. L'uomo era ricoverato, invece, in una clinica. E con una firma avrebbe ceduto l'appartamento al militare. Tra i due vi sarebbe stata solo una conoscenza. I parenti della vittima si sarebbero così insospettiti, chiedendo di consultare i documenti attraverso un legale di fiducia, che a sua volta si servì di un esperto calligrafico. Stando alla denuncia, l'anziano non avrebbe mai firmato la donazione dell'immobile, facendo così configurare il reato di circonvenzione di incapace. L'indagine della procura fece il resto, con l'identificazione delle due persone che avrebbero partecipato al raggiro, e le testimonianze dei parenti dell'uomo raccolte in fase preliminare. La firma su quel documento sarebbe stata apocrifa, con l'atto preparato per l'occasione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vende appartamento ad un "amico", ma la firma è falsa: a processo vanno in due

SalernoToday è in caricamento