menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Eboli, costringeva una donna a prostituirsi nella pineta: arrestato

L’aguzzino avrebbe sfruttato la donna per circa nove mesi ottenendo compensi che oscillavano tra i 150 ed i 200 euro al giorno

Nella serata di ieri un uomo è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Eboli con le accuse di sfruttamento della prostituzione, lesioni personali e violenza privata. I militari hanno scoperto che l'uomo, sistematicamente, dopo aver accompagnato una donna all’interno della pineta di Campolongo, si nascondeva nelle vicinanze per sfruttare la malcapitata e quindi impossessarsi degli introiti. In più circostanze, al rifiuto della donna di prostituirsi, l’avrebbe selvaggiamente picchiata procurandole lesioni al volto e agli arti.

Durante la perquisizione domiciliare presso l’abitazione dell’arrestato sono stati ritrovati i passaporti della donna e dei due figli minori, sottratti per evitare che la stessa potesse allontanarsi dalla zona. L’aguzzino avrebbe sfruttato la donna per circa nove mesi ottenendo compensi che oscillavano tra i 150 ed i 200 euro al giorno. Ora è stato richiuso nel carcere di Salerno.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento