Eccellenza, il dottore Mauro otorinolaringoiatra, orecchio, naso e gola

A Cura di Valentina Busiello

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Il Dottor. Gaetano Mauro Otorinolaringoiatra , un’eccellenza nella cura della patologia dell’orecchio, naso e gola . Dottore Gaetano Mauro, ci parla delle sue specialità mediche ? “Sono un medico specialista in otorinolaringoiatria ; esercito la mia professione da oltre 30 anni. Parlando di patologie dell’orecchio e dell’apparato uditivo è importante sapere che l’orecchio rappresenta un organo di senso fondamentale, dal punto di vista della storia evolutiva, per la specie umana ma anche per tante specie animali. L’udito è un organo indispensabile e sappiamo che in ambienti aggressivi o in presenza di predatori , specie in età preistorica , un buon o cattivo udito poteva essere fattore di vita o di morte. Ancora di più l’udito rappresenta per esempio nel bambino già dalla nascita un organo determinante. Un buon udito significa l’acquisizione di un buon linguaggio parlato e quindi uno sviluppo cognitivo ottimale ; un bambino alla nascita che non sente o sente male (nei primi 2-3 anni di vita) non svilupperà mai un buon linguaggio perché l’udito permette , acquisendo rumori,suoni,parole, di organizzare dal punto di vista cognitivo il massimo e il meglio in termini di contesto di vita e di relazioni. La voce della mamma, già durante la gravidanza per esempio, crea il “contatto” e sensazione di piacere . Tutto questo per dire , quando e se l’orecchio è malato, può creare tanti problemi a seconda dei periodi e dei tempi in cui questo male va ad interessare quest’ultimo. Dobbiamo anche dire che l’orecchio è un organo complesso. E’ organizzato in una parte esterna che comprende il padiglione e un condotto che è appunto la parte dell’orecchio che capta , raccoglie i suoni, le parole dall’esterno;attraverso il condotto li convoglia all’interno come onde sonore e trasmessi attraverso il timpano e la catena ossiculare ,detta coclea, alla parte nervosa . Quest’ultima traduce e trasforma l’onda sonora in impulso chimico e quindi attraverso il nervo acustico l’informazione(suono) al cervello. Una malattia dell’orecchio esterno è una patologia del padiglione e del condotto. Quando e se c’è un’infezione o c’è infiammazione o una malattia raramente degenerativa o cancerogena con dolore,rossore,prurito,gonfiore, si può avere un’occlusione con riduzione dell’udito. Tali condizioni vanno rimosse con la pulizia del condotto e adeguata terapia antibiotica e antinfiammatoria specie localmente, spesso con uso di gocce auricolari.” Dottore Mauro, ci illustra l’uso dei cotton fioc e in quali casi possono danneggiare l’orecchio? La troppa pulizia fa male? “ L’uso o l’abuso di bastoncini cosiddetti ‘cotton fioc’ è spesso la causa principale di irritazione e infezione del condotto esterno ; utilizzandolo noi potremmo creare un microtrauma. Il cotton fioc non è quasi mai sterile ed usandolo andiamo ad irritare,toccare,gonfiare,screpolare e quindi creiamo l’infezione. Il mio consiglio è che non bisogna usarlo. Bisogna invece limitarsi a pulire esternamente senza andare troppo in profondità nell’orecchio. Anche l’uso, o abuso, di schiumogeni chimici o detergenti non fa bene alla pelle in generale e all’orecchio in particolare. Possiamo avere una patologia del così detto orecchio medio ( una cavità che comprende timpano e catena di trasmissione) ; tali infezioni possono essere acute o croniche spesso a partenza dal naso creano problemi al canale tubarico , il quale è un collegamento tra orecchio e naso. Queste patologie creano ovatta mento, chiusura, fastidio e dolore. La perforazione del timpano dovuta ad un trauma causa un intenso dolore improvviso, talora seguito da sanguinamento dell’orecchio, perdita dell’udito e rumore (tintinnio); può cominciare a fuoriuscire del pus dopo 24-48 ore, soprattutto se nell’orecchio medio è penetrata acqua o altri corpi estranei . Raramente l’infezione e la perforazione si cronicizza , il più delle volte guarisce. Abbiamo poi le malattie dell’orecchio interno ( coclea e nervo acustico) , quelle più delicate e spesso irreversibili. Alcune tra queste accompagnano , come sappiamo, malattie specifiche virali dei bambini come la varicella, il morbillo, la parotite, che possono dare complicanza a gravi problemi uditivi. Esistono poi delle malattie virali che possono creare delle infezioni potentissime all’orecchio con una perdita uditiva importante , con vertigini o addirittura sordità improvvisa. Esistono quindi rare malattie tumorali o aneurismatiche dell’orecchio interno. Ritornando sull’argomento dell’orecchio esterno, in particolar modo sull’uso dei cotton fioc , i corpi estranei, succede che l’eccesso può provocare appunto la permanenza nell’orecchio di parti di cotolini . Questi casi sono molto frequenti e come specialista mi è capitato appunto di recuperare purtroppo dall’orecchio dei pazienti dei pezzi di corpi estranei ed è chiaro che si può venire a creare un’infezione . L’orecchio esterno non va maltrattato , non lavato eccessivamente. E poi, un’altra cosa importante da ricordare è che spesso il primo segnale di tumore alle corde vocali è un mal d’orecchio , perché c’è una correlazione di derivazione sensitiva nervosa. In occasione di tumore o infiltrazione della laringe e quindi delle corde vocali vi è un’irradiazione dolorosa anche all’orecchio .” Dottore Mauro, sulla patologia della sordità , la disfunzione dell’apparato uditivo, c’è un rimedio a questa patologia? “Dipende dalle cause, la sordità dovuta ad infezione ed infiammazione, certo si cura con una terapia medica adatta al caso e si rimedia. Esistono delle malattie di tipo genetico , per esempio l’Otospongiosi o Otosclerosi e tale malattia va a creare problemi di trasmissione del suono, e quindi là dove c’è questo blocco della catena ossiculare si rimuove con un intervento semplice al giorno d’oggi e di pochi minuti, e si ripristina la trasmissione del suono. Tante patologie uditive irreversibili possono quasi sempre beneficiare di recupero con protesi acustica . C’è poi l’ impianto cocleare , che è un orecchio artificiale elettronico impiantato direttamente all’interno dell’orecchio, in grado di ripristinare una discreta percezione uditiva nelle persone con sordità profonda.” Dottore Gaetano Mauro, lei ha maturato esperienza anche sulla patologia nasale? Ce ne parla? “Il naso è legato e collegato come fatto anatomico-funzionale all’orecchio,alla gola,alla laringe; è l’organo che permette il passaggio dell’aria , la purifica, umidifica, riscalda affinchè arrivi al meglio ai polmoni. Nella mia esperienza ho trattato anche chirurgicamente molte patologie nasali e ho lavorato molto sull’estetica. I problemi respiratori nasali sono traumatici specialmente se il naso viene traumatizzato dopo l’età dello sviluppo . Ci possono essere poi riniti o rinosinusiti (poliposi nasali) di tipo allergico o anche disreattive; in questo caso i problemi sono legati in special modo al gonfiore della mucosa dei turbinati e dei seni paranasali con grave ostruzione respiratoria e col tempo disturbi del sonno. Queste patologie possono essere trattate con terapie mediche , cortisoniche, antistaminiche. Ci sono però casi particolari in cui addirittura un vaccino specifico pul completamente eliminare il problema. E’ soprattutto importante fare prevenzione, nonostante abbiamo un bagaglio di farmaci e di possibilità di contenere le malattie; con le prevenzioni ci si organizza in tempo , in modo da non lasciar cronicizzare la malattia .

Torna su
SalernoToday è in caricamento