menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tumori alla mammella e alla tiroide: al via lo screening ecografico gratuito a Vietri

Secondo i dati raccolti dall'AIRC, ogni anno in Italia vengono diagnosticati 48.000 nuovi casi: il tumore del seno è il più frequente nel sesso femminile

Si terrà domenica 24 febbraio, dalle ore 9 alle ore 13, presso l'ASL nel Comune di Vietri sul Mare, lo screening ecografico gratuito per la prevenzione dei tumori alla mammella e alla tiroide. Potranno partecipare all’iniziativa tutte le donne, dai 20 anni in poi. L’iniziativa di prevenzione è realizzata da Croce Rossa Italiana-Comitato di Costa Amalfitana, con il supporto sanitario del dottore ecografista, Maurizio Coppola di Maiori.

Come partecipare

Per usufruire del servizio, è possibile prenotare al Comitato di Costa Amalfitana al cell. 331.30.56.854, da mercoledì 20 febbraio dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 18. Verrà data la priorità alle donne che non hanno mai effettuato un esame ecografico di controllo.

I dati

Secondo i dati raccolti dall'AIRC, ogni anno in Italia vengono diagnosticati 48.000 nuovi casi: il tumore del seno è il più frequente nel sesso femminile. Grazie, però, ai continui progressi della medicina e agli screening per la diagnosi precoce, nonostante il continuo aumento dell'incidenza, di tumore del seno oggi si muore meno che in passato.Il cancro della tiroide è abbastanza diffuso. Rappresenta il 3-4 per cento di tutti i tumori umani e colpisce soprattutto le donne tra i 40 e i 60 anni. È uno dei tumori più frequenti per le donne in questa fascia d’età. L'incidenza è di circa 5 casi ogni 100.000 abitanti per gli uomini e circa 15-18 nuovi casi ogni 100.000 abitanti per le donne. Il numero di casi di tumore della tiroide è molto aumentato negli ultimi decenni: le nuove diagnosi hanno riguardato soprattutto piccoli carcinomi scoperti spesso casualmente durante un’ecografia tiroidea. È probabile che a tale aumento dei casi contribuiscano i controlli ecografici che in precedenza non si facevano e che hanno portato a diagnosticare tumori indolenti che in passato non erano scoperti.La sopravvivenza è molto elevata (oltre il 90% a 5 anni dalla diagnosi nelle forme differenziate).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento