Ecosistema urbano Salerno Legambiente, i dati del 2011

Salerno si conferma nelle posizioni alte per quanto riguarda la raccolta differenziata, pur perdendo qualche colpo. In caduta libera per quanto riguarda i trasporti, le piste ciclabili e la ciclabilità

Salerno

Ecosistema urbano 2012, nella speciale classifica generale di Legambiente e Ambiente Italia (XIX edizione, relativa al 2011) Salerno è al 58° posto su 104 città capoluogo di provincia. L'indice di classificazione di Salerno città è 47,27. La fotografia di Legambiente - Ambiente Italia mostra una città che primeggia nel settore dei rifiuti (raccolta differenziata) ma che viaggia purtroppo nelle zone basse della classifica per quanto riguarda altri settori (ad es., piste ciclabili, trasporti e acqua). Ai primi posti, nella classifica generale, Verbania, Belluno e Trento. Al quarto posto c'è Bolzano. La prima città del centro - Sud in graduatoria è Perugia, che si piazza al nono posto. Nella classifica generale la migliore delle città capoluogo campane è Benevento (45° posto), Caserta è 57° (una spanna sopra Salerno) mentre Avellino è 68° e Napoli all'86° posto.

Un'indagine basata - spiega il Sole 24 Ore - su dati, statistiche e 27 classifiche diverse su acqua, aria, rifiuti, trasporti, energia, spazi, che confluiscono in una graduatoria finale diversificata, però, in base alle dimensioni dei centri urbani. Le città italiane segnano solo piccoli progressi sul versante ambientale. Sull'aria l'allarme non cessa, auto e moto si confermano di gran lunga il mezzo di trasporto preferito, i rifiuti si riducono solo di poco. Vediamo qual è la situazione per quanto riguarda Salerno nelle singole classifiche.

ACQUA - Salerno occupa in questa graduatoria il 36° posto per capacità di depurazione, con una percentuale del 97%, ma il dato fornito da Legambiente - Ambiente Italia è relativo all'anno 2009. Per quanto riguarda invece i consumi idrici domestici Salerno sprofonda sino all'89° posto, con un valore di 204,2. Le perdite di rete invece vedono Salerno al 69° posto con il valore del 37%.

AMBIENTE - Male nella classifica del verde urbano totale Salerno, 84° su 99 città capoluogo (per 5 dei 104 comuni non sono disponibili dati); sul podio Pisa, Cagliari e Mantova. Per quanto riguarda la ciclabilità Salerno è in fondo alla classifica in compagnia di numerosi altri comuni capoluogo con un valore pari a zero. Sul podio Brescia, Reggio Emilia e Ferrara. Va meglio per quanto riguarda le isole pedonali: con un valore dello 0,37 Salerno è al 24° posto: in questa speciale graduatoria è la migliore città campana. Avellino è al 27° posto. Sul podio Venezia, Verbania e Lucca. Per quanto riguarda le piste ciclabili Salerno torna nelle posizioni basse della classifica: con un valore dello 0,83 è al 79° posto. Un dato che fa il paio con quello relativo alla ciclabilità. Sul podio Reggio Emilia, Mantova e Lodi. Anche per quanto riguarda il verde urbano fruibile la situazione non è rosea: 84° posto su 99 città (per altri 5 comuni capoluogo non sono disponibili dati) con un valore pari a 3,05. Sul podio Sondrio, Lucca e Monza. Va meglio per quanto riguarda le zone a traffico limitato: 40° posto su 100 comuni capoluogo (per 4 di loro non sono disponibili dati) con un valore pari a 2,01. 

ARIA - Per quanto riguarda la concentrazione media annua di biossido di azoto (NO2) nell'aria (microgrammi/mc) non sono disponibili dati relativi al 2011. Stesso discorso per la concentrazione media annua di polveri sottili (microgrammi/mc). Per quanto riguarda il superamento della soglia di ozono (media del numero dei giorni di superamento della media mobile sulle 8 ore di 120 microgrammi/metro cubo) Salerno è in testa con il valore zero insieme a Cagliari, Latina, Pescara, Sassari, Siracusa, Caltanissetta, Oristano.

ENERGIA - Al contrario dei consumi idrici domestici, i consumi elettrici domestici a Salerno non sono tra i più alti; di conseguenza la città è nelle posizioni alte della graduatoria, ossia al 12° posto, con valore 996, insieme a Verona. Sul podio Campobasso, Trento, Matera e Potenza a pari merito. Giù invece nella graduatoria relativa alle politiche energetiche: 63° posto con il valore 21. Posizione bassa in classifica anche per quanto riguarda il solare fotovoltaico sugli edifici comunali (valore 0,29, 65° posto). Fondo classifica per quanto riguarda il solare termico sugli edifici comunali (valore 0 in compagnia di molte altre città). Stessa situazione per quanto riguarda il teleriscaldamento.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E AZIENDE - Per quanto riguarda la capacità di risposta delle amministrazioni locali Salerno è al 69° posto con una capacità di risposta pari all'82%. Al primo posto con il 100% c'è Brescia mentre al secondo posto si piazza Alessandria con il 99%. Sfilza di città pari merito al terzo posto con il 97%: Padova, Parma, Terni, Trento, Asti, Frosinone, Mantova, Cremona. Escluse Messina, Isernia e Vibo Valentia, la città che ha la percentuale più bassa è Agrigento (13%). Per quanto riguarda la Certificazione Iso 14001 ogni 1000 imprese attive Salerno è al 65° posto con il valore 2,40. Classifica che non sorride neanche per quanto riguarda l'Eco management, ossia per l'uso di prodotti "verdi" e auto ecologiche; certificazione ambientale. Salerno è al 72° posto con il valore 21. Sul podio Ferrara, Mantova e Ravenna. Male anche la pianificazione e partecipazione ambientale: con il valore 25 (il penultimo) Salerno occupa il 74° posto insieme ad altre città capoluogo.

RIFIUTI - Scenario che cambia invece per quanto riguarda la graduatoria dei rifiuti urbani prodotti: Salerno è al decimo posto con 460,7 kg/abitante/anno. Sul podio Benevento, Nuoro e Belluno. Avellino al quinto posto. In fondo alla classifica Rimini. Raccolta differenziata, Salerno si attesta al quarto posto con il 68,5%. Sul podio Pordenone, Novara e Verbania.

TRASPORTI - Nella graduatoria della mobilità sostenibile (car sharing, radiobus, mobility manager) Salerno è al 44° posto con il valore 33,3 pari merito con altre città tra le quali Pisa, Vicenza, Aosta e Alessandria. Buona la posizione anche nella classifica dei veicoli circolanti ogni 100 abitanti (tasso di motorizzazione auto): sono "appena" 57 e Salerno si piazza al 15° posto. Sul podio Venezia, Genova e La Spezia con 41, 47 e 50 veicoli ogni 100 abitanti. Sono invece 15 ogni 100 abitanti i motocicli circolanti: in questa graduatoria Salerno è all'86° posto. Il dato peggiore è di Imperia (26 ogni 100 abitanti): sul podio Foggia, Cosenza e, a pari merito, Venezia, Pordenone, Crotone, Nuoro e Potenza. Pessima la situazione per quanto riguarda il trasporto pubblico: 78° posto in graduatoria con il valore 17 chilometri/vetture/abitante/anno. Non disponibile, invece, il dato relativo al trasporto pubblico passeggeri.

IL COMMENTO - "La situazione di Salerno non è pessima ma se è così in basso nella classifica generale - spiega Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania - è perché c'è stata una leggera flessione nella raccolta differenziata e perché c'è una situazione drammatica per quanto riguarda il trasporto pubblico". Il presidente regionale del cigno si è espresso anche su altri punti del rapporto.
 




 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Pioggia e vento, nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Angri, investito da un treno mentre raggiunge il binario: grave studente

  • Incidente sulla Cilentana, muore Francesco Farro: donati gli organi

  • Incidente in litoranea ad Eboli, auto investe una donna: è morta

  • Travolta da un bus mentre attraversa la strada a Milano: grave maestra salernitana

Torna su
SalernoToday è in caricamento