Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Edifici a rischio, scende in campo la Feneal Uil: "Controlli immediati"

Il segretario generale Patrizia Spinelli chiede l'istituzione di un tavolo tecnico che contempli la presenza di rappresentanti degli ingegneri, geometri e geologi. Urgono controlli immediati

A

Migliaia di abitazioni a Salerno e provincia non sono adeguate agli standard di sicurezza, dunque a rischio crollo in caso di terremoto. A poche settimane dall’apertura delle scuole e a pochissimi giorni dallo straziante epilogo di morti del terremoto nel Centro Italia, scende in campo la Feneal Uil e con una dura nota stampa, a firma del segretario generale Patrizia Spinelli, chiede l'intervento immediato della politica cittadina e l'istituzione immediata di "un tavolo tecnico per il controllo di tutti gli edifici a rischio". La Feneal Uil analizza il dato allarmante che interessa innanzitutto le scuole salernitane: "Numerosi istituti scolastici, di vario ordine e grado, non rispettano i criteri antisismici - si legge nella nota - si tratta di circa 24 plessi per una popolazione scolastica di oltre 23mila studenti. In provincia la situazione non è migliore, con numeri che aumentano in maniera esponenziale. Alla luce di quanto accaduto, e di quanto già abbiamo vissuto sulla nostra pelle con il terribile sisma del1980, è opportuno intervenire in maniera decisa e immediata".

La Feneal Uil elenca una serie di possibili soluzioni da adottare immediatamente. "E' necessario istituire celermente una cabina di regia che contempli la presenza dei rappresentanti degli Ordini degli ingegneri, architetti, geologi e geometri. Allo stesso tavolo deve essere garantita la presenza delle organizzazioni sindacali, delle istituzioni competenti – Comuni e Provincia – oltre che dell’Ufficio scolastico provinciale e dell’Associazione dei Costruttori. Gli Ordini professionali e gli enti locali dovranno garantire tecnici per effettuare già dai primi giorni di settembre prove di verifica statica degli edifici scolastici. Effettuati questi controlli, si dovrà passare a stilare un elenco completo delle scuole che necessitano interventi e avviare, attraverso gruppi di lavoro dedicati nei Comuni e alla Provincia, la richiesta di fondi europei, nazionali o regionali per la messa in sicurezza degli edifici scolastici. La Feneal Uil sarà affianco a tutte le forze politiche anche con manifestazioni di protesta per rivendicare i finanziamenti richiesti dalla provincia poiché sono a rischio 23 mila studenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edifici a rischio, scende in campo la Feneal Uil: "Controlli immediati"
SalernoToday è in caricamento