menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza cinghiali nel Cilento: la ricetta del sindaco Palmieri

Il primo cittadino di Roscigno esprime la sua opinione sulla problematica proponendo una soluzione ai vertici Parco Nazionale del Cilento, del Vallo di Diano e degli Alburni

L’emergenza cinghiali nel Cilento preoccupa anche il sindaco di Roscigno Pino Palmieri che, adesso, sulla sua pagina Facebook propone una soluzione del problema ai vertici del Parco Nazionale del Cilento, del Vallo di Diano e degli Alburni. “Considero il problema cinghiali per i comuni una grossa opportunità: protocollo di intesa con l'Ente Parco, che delega ad ogni comune la cattura stabilendo i periodi opportuni, alla cattura, utilizzando gli operai forestali (formati), controllo da parte del servizio veterinario nazionale, affido a macello provinciale per la regolare macellazione con ricevuta di acquisto e bonifico nelle casse del comune, il ricavato da utilizzare per risarcire i coltivatori dei danni subiti. La carne di cinghiale venduta , da parte del macello in tutte le macellerie di Italia, tranquilli di avere carne controllata sulle nostre tavole, abolizione del bracconaggio, e non solo” conclude Palmieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento