menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fuga del personale dal Ruggi, la Fials: "Subito rinnovo dei contratti a 36 mesi"

Senza il rinnovo del contratto, piano piano, sanitari già formati stanno lasciando l'ospedale Ruggi di Salerno per raggiungere cliniche private o altri nosocomi del Centro-Nord disposti a offrire sicurezze lavorative più convincenti

Sono stati formati a fronteggiare l'emergenza Covid-19 durante la prima ondata. Ed ora, senza il rinnovo del contratto, piano piano stanno lasciando l'ospedale Ruggi di Salerno per raggiungere cliniche private o altri nosocomi del Centro-Nord disposti a offrire sicurezze lavorative più convincenti. Risultato: il nostro ospedale si troverà a dover formare nuove leve, in piena emergenza, perdendo il personale già preparato, ma non stabilizzato. Un controsenso inaccettabile, questo, per la Fials di Salerno, per la quale il segretario proviciale Mario Polichetti, il segretario aggiunto Armando Porcelli e il dirigente Tony Chiola propongono di prolungare le prestazioni al Ruggi degli infermieri già formati, rinnovando i contratti per portarli almeno a 36 mesi.

L'obiettivo, dunque, è arrestare la fuga del personale, valorizzando le professionalità acquisite e contrastando il precariato, nonchè garantendo subito contratti di 36 mesi al personale sanitario, in difficoltà, come è noto, per l'apertura di nuovi reparti Covid, con le conseguenti assistenze complesse e inevitabili assenze per malattia.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento