menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme inquinamento: l'Esercito preoccupato per la discarica di Serre

A renderlo noto, il Corriere che offre l'allarmante radiografia dell’emergenza rifiuti che sta interessando il sito di stoccaggio di ecoballe a Persano

Critico, il quadro dell'inquinamento del sito di stoccaggio provvisorio dei rifiuti di Serre. A renderlo noto, il Corriere del Mezzogiorno che offre l'allarmante radiografia dell’emergenza rifiuti che sta interessando il sito di stoccaggio di ecoballe a Persano, in provincia di Salerno. Confinante per giunta con l’oasi del Wwf, il sito "ospita" circa 80mila tonnellate di ecoballe. 

Nella nota a firma del Capo di Stato maggiore Generale Luigi Vinaccia, per la Regione Campania, la Provincia di Salerno, il Comune di Serre e il Consorzio di Bacino Sa2, pubblicata da Il Corriere, si legge che "resta tuttora irrisolta la problematica connessa al sito di Persano, nel comune di Serre, che doveva fungere da sito di stoccaggio delle ecoballe per la loro definitiva distruzione presso il termovalorizzatore di Acerra. Balle ferme ancora sulle cinque piazzole esistenti in zona".

Ancora, il Generale scrive che "la raccolta del percolato, avvenendo a cadenza settimanale per presunte ristrettezze economiche della ditta incaricata, risulterebbe insufficiente per tutto il liquido che produce l’impianto. Nelle aree antistanti le piazzole contenenti le ecoballe sono state rilevati segni di presunta fuoriuscita di percolato, soprattutto in corrispondenza del posizionamento delle relative pompe di aspirazione". Segnalando anche l’esistenza di "una perdita d’acqua dalla tubazione del sistema antincendio non ancora ripristinata che potrebbe favorire ulteriore dispersione del percolato", quindi, il Generale non esclude di ricorrere all'Autorità Giudiziaria, nel caso di risposte immediate da parte degli enti preposti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento