rotate-mobile
Cronaca Centro / Piazza Cavour

Piazza Cavour: esposto di Italia Nostra e Figli delle Chiancarelle contro il progetto

Le associazioni Italia Nostra e Figli delle Chiancarelle hanno presentato un esposto al Tribunale di Salerno affinchè intervenga sulla "Paradossale vicenda relativa alla realizzazione di un garage a Piazza Cavour"

Le associazioni Italia Nostra e Figli delle Chiancarelle hanno presentato un esposto al Tribunale di Salerno affinchè intervenga sulla "Paradossale vicenda relativa alla realizzazione di un garage a Piazza Cavour".

Nell'esposto, inoltrato per conoscenza anche al Ministro dei beni culturali Bray, le associazioni hanno "Portato all’attenzione dell’Autorità Giudiziaria le macroscopiche illegittimità che, unitamente agli atteggiamenti contraddittori della Soprintendenza di Salerno, hanno caratterizzato il procedimento amministrativo posto in essere dal comune di Salerno per la realizzazione, nel sottosuolo del Lungomare cittadino, di una smisurata autorimessa" fanno sapere in una nota stampa.

"Tali illegittimità - continuano le associazioni - sono rilevabili dalla semplice ricostruzione dei fatti da cui emergono soprattutto due aspetti inquietanti. Il primo riguarda il mutamento, a valle dell’individuazione del contraente e ad opera di quest’ultimo, dell’oggetto dell’appalto ed il secondo, invece, è il parere reso dalla Soprintendenza che, inizialmente negativo, è stato poi mutato per rimetterlo alle valutazioni dell'Autorità giudeiziaria per gli accertamenti del caso".

"L'impressione - incalzano le due associazioni - è che la Soprintendenza non abbia voluto mantenere la posizione, già espressa, nettamente contraria all’intervento ma che, nel contempo, consapevole della gravità dell’intervento, per non esporsi con il rilascio di un parere favorevole, abbia ripiegato sulla più agevole, strumentale ed impropria delega all’inconsapevole Giudice Amministrativo".

"L’anomala evoluzione della vicenda, ascrivibile, come per il Crescent, alla mancata assunzione di responsabilità da parte di chi è preposto alla tutela del nostro patrimonio culturale - continuano - rischia di consentire la realizzazione di un’opera  che prevede più di 300 posti auto, da ricavare sventrando il Lungomare cittadino che la stessa Soprintendenza aveva, prima del ravvedimento, ritenuto assolutamente incompatibile con la tutela e la salvaguardia del bene protetto".

"Italia Nostra e Fdc - concludono - ribadiscono la loro contrarietà ad un intervento che potrebbe pregiudicare la storica destinazione di giardino sul mare, ovvero da impedire e comunque condizionarne l’attuale assetto del verde nelle future configurazioni del Lungomare cittadino, elemento identitario, fortemente presente nell’immaginario collettivo della città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Cavour: esposto di Italia Nostra e Figli delle Chiancarelle contro il progetto

SalernoToday è in caricamento