Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Lidi balneari salernitani, solo il 40% è già aperto: "Ritardi nelle autorizzazioni, ma siamo pronti"

Il presidente regionale Fiba Confesercenti Esposito: "Noi stiamo lottando da anni per la stabilizzazione di un settore che lo scorso anno ha affrontato per primo la pandemia, dando sollievo a tante famiglie e giovani in quanto è stato scientificamente dimostrato che all'aria aperta il pericolo di contagi è bassissimo"

Solo il 40% degli stabilimenti salernitani ha riaperto ufficialmente per organizzare la prossima stagione estiva. “Registriamo un po' di ritardi dovuti alle autorizzazioni e alle difficoltà di recepire le indicazioni regionali e nazionali da parte degli enti locali": a confermarlo, all’Ansa, è il presidente regionale Fiba Confesercenti Campania e presidente provinciale di Confesercenti Salerno Raffaele Esposito.

I disagi

Esposito spiega: “Ad oggi ci risulta che abbia aperto circa il 40% delle strutture. Piogge e mareggiate non hanno aiutato, provocando dei ritardi soprattutto in Costiera Amalfitana e Cilento. Va detto, però, che gli imprenditori balneari sono pronti. Dal momento in cui è stato dato il via libera, un po' tutti si sono attivati per riprendere la propria attività. Noi - ha aggiunto Esposito - stiamo lottando da anni per la stabilizzazione di un settore che lo scorso anno ha affrontato per primo la pandemia, dando sollievo a tante famiglie e giovani in quanto è stato scientificamente dimostrato che all'aria aperta il pericolo di contagi è bassissimo. Riteniamo che si debba ripartire con i fatti e in questo le pubbliche amministrazioni devono essere solidali con gli imprenditori". Le impressioni, tuttavia, in vista dell'estate sono positive: anche a Salerno i clienti hanno già chiesto informazioni ai titolari degli stabilimenti balneari che in questa fase stanno ultimando gli interventi di sistemazione delle loro strutture e sono pronti a ripartire”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lidi balneari salernitani, solo il 40% è già aperto: "Ritardi nelle autorizzazioni, ma siamo pronti"

SalernoToday è in caricamento