menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Tentata estorsione a gioielliera, arrestato il secondo responsabile

In due avevano tentato di estorcere denaro alla titolare della gioielleria di Cava De' Tirreni, sorella di uno dei due, subito arrestato. Ieri arrestato il complice

Nelle scorse settimane avevano tentato di estorcere denaro ad una donna che risultava inoltre essere la sorella di uno dei due: la vicenda si era consumata in una gioielleria a Cava de' Tirreni. Uno dei due era stato arrestato, l'altro denunciato. Nella giornata di ieri, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Salerno, anche il denunciato è stato condotto in carcere.

M. A., 43 anni e D. A., 27 anni, avevano tentato, con più azioni criminose, come si legge in una nota della questura di Salerno, di estorcere denaro, con violenza e minacce, alla sorella di D. A., titolare di una gioielleria. In quella occasione i due, di fronte al diniego della donna di farli entrare, avevano disattivato dall'esterno l'impianto elettrico e forzato la vetrata estermna della gioielleria. Avevano inoltre aggredito la donna e il fidanzato, intervenuto per difenderla, continuando a danneggiare la vetrina.

La donna lo aveva già denunciato in precedenza. In quella occasione la polizia aveva arrestato D. A., fratello della donna e denunciato il complice. Nella giornata di ieri, quindi, il secondo arresto con l'accusa di tentata estorsione, eseguito dagli agenti di polizia del locale commissariato e dai carabinieri della tenenza di Cava de' Tirreni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento