Acquistava oggetti preziosi rubati chiedendo soldi per la restituzione: denunciato titolare di "compro oro"

L'uomo, insieme ad un noto pregiudicato "specializzato" in furti in abitazione, è accusato di estorsione e ricettazione

Gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Amministrativa della Divisione P.A.S. della Questura di Salerno, insieme agli uomini della Squadra Mobile, hanno svolto una serie di controlli all’interno di esercizi compro oro presenti nel territorio provinciale.

Il blitz

Le indagini degli investigatori si sono concentrate su un negozio dove, al termine degli accertamenti, gli agenti hanno scoperto che per numerosi oggetti preziosi presenti nell’esercizio non era stata fatta la prevista registrazione così come previsto dal Decreto legislativo numero 92/2017. Nel mirino sono finiti vari monili d’oro ed, in particolare, su una catenina d’oro con un ciondolo raffigurante una madonnina, che è risultata essere stata rubata, recentemente, da un’abitazione della provincia di Salerno, per il quale il titolare non aveva effettuato nessuna registrazione come previsto dalla legge. Inoltre, i poliziotti sono riusciti a ricostruire una serie di rapporti del titolare con un noto pregiudicato, “specializzato” in furti in abitazione, dal quale acquistava illegalmente gli oggetti preziosi. Ad aggravare ulteriormente la posizione del gestore anche la richiesta alla vittima del furto di una somma di denaro per ottenere la restituzione degli oggetti rubati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia

Il titolare del compro oro, quindi, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per i reati di estorsione ed, insieme al pregiudicato che gli aveva venduto gli oggetti preziosi, di ricettazione. Gli oggetti rubati sono stati  sottoposti a sequestro ed al titolare sono state elevate sanzioni amministrative fino a diecimila euro. In considerazione della gravità delle condotte tenute dal titolare dell’esercizio è stata avviata dai competenti uffici della Questura di Salerno la procedura amministrativa per la revoca della licenza per il commercio di oggetti preziosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

Torna su
SalernoToday è in caricamento