Estorsioni mafiose a Vietri: stangata per il clan familiare dei "Ciacianielli"

Linea dura del gup del tribunale di Salerno: otto anni al capostipite Roberto Senatore, pene tra i cinque e i sei anni per Alfonso, Ivan e Christian. Sei anni e mezzo ad Alessio Salsano

Il tribunale di Salerno

L’accusa nei loro confronti era di estorsione aggravata dal metodo mafioso. E così, nella giornata di ieri, è arrivata la stangata della magistratura- come riporta La Città -  nei confronti del clan familiare dei “Ciacianielli” che seminarono il panico nella frazione di Dragonea nel comune di Vietri sul Mare. Secondo le indagini della Direzione Distrettuale Antimafia i componenti della banda criminale erano riusciti per due anni a creare un clima di terrore, minando il tessuto economico e costringendo alcuni imprenditori della zona a pagare il pizzo.

Al capostipite Roberto Senatore, 43 anni, è stata inflitta la condanna a 8 anni di reclusione. Ai figli, 21 anni Alfonso e 19 Ivan Senatore, condannati entrambi a sei anni e quattro mesi di reclusione, e Christian, al quale è stata comminata la pena di cinque anni e dieci mesi. Pena anche per il convivente di una figlia di Roberto Senatore: Alessio Salsano, 24 anni, è stato condannato a sei anni e quattro mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Dramma allo stadio Arechi, durante la partita: tifoso cade nel fossato

  • "Ecco perchè picchiavo mia moglie": il racconto-choc di un salernitano alla Rai

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento