Evasione da 150 milioni di euro: nei guai un avvocato salernitano

La Guardia di finanza di Pesaro ha scoperto un’evasione fiscale da 150 milioni di euro, nel settore del mobile, che fa capo a un imprenditore salernitano

Finanza

“Ghost Supplies”: così è stata soprannominata l'operazione della Guardia di finanza di Pesaro che ha scoperto un’evasione fiscale da 150 milioni di euro nel settore del mobile. A macchinare il tutto, un’organizzazione a delinquere che fa capo a un noto imprenditore salernitano. Non a caso, dieci, le denunce tra Pesaro e Salerno. L'imprenditore di Pesaro, infatti, in combutta con un commercialista, un avvocato salernitano ed altri sette complici, aveva messo in piedi un gruppo che, servendosi di una società di comodo con ramificazioni a San Marino e in Tunisia, simulava un giro d’affari con l’estero per acquistare materie prime nel Bel Paese, evitando l’Iva.

Nel giro di pochi anni,  l'organizzazione è riuscita a sottrarre al fisco redditi per 89 milioni di euro, emettendo fatture contraffatte per 43 milioni. Mentre gli indagati rischiano ben tredici anni di carcere, intanto, sono scattati i sequestri disposti dal Tribunale di Pesaro: appartamenti, assicurazioni, conti correnti, terreni, per un totale di circa 20 milioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

Torna su
SalernoToday è in caricamento