rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Cronaca Nocera Inferiore

Fallimento Connie Park: assolti tutti gli imputati, non fu bancarotta fraudolenta

Soddisfazione da parte del collegio difensivo composto, tra gli altri, dall'avvocato Giovanni Vitale e dell'avvocato Gennaro Maresca , difensori di T.D. amministratore unico della Connie Park

Il fatto non sussiste: con questa formula il Gup di Nocera Inferiore , il dottor Bisceglie, ha chiuso la vicenda giudiziaria che ha coinvolto gli amministratori delle società cooperative Connie Park e Cps che si occupano della gestione di aree  parcheggi in tutta Italia. Le società avevano nel 2020 subito il sequestro di oltre 1 milione di euro da parte dell'AG, per essere poi indagati a vario titolo per bancarotta fraudolenta ed una serie di condotte distrattive a danno dell'erario. La Procura di Nocera aveva richiesto la condanna degli imputati alla pena di anni 3 e mesi 6 di reclusione. Soddisfazione, dunque, da parte del collegio difensivo composto, tra gli altri, dall'avvocato Giovanni Vitale e dell'avvocato Gennaro Maresca, difensori di T.D. amministratore unico della Connie Park.

Parla il penalista

"Emerge finalmente ciò che abbiamo sostenuto sin dal primo sequestro - spiega il penalista Giovanni Vitale- ovvero che i nostri assistiti non hanno in alcun modo concorso alla creazione dello stato di decozione della Connie Park, anzi è emerso nel procedimento che probabilmente la società poteva anche evitare la procedura concorsuale. Viene restituita la serenità e la dignità  imprenditoriale  a persone che nel corso degli anni hanno creato aziende che rappresenta un'eccellenza nella gestione delle aree di parcheggio urbane. Il Giudice che ha emesso la sentenza a seguito della discussione del rito abbreviato, ha quindi accolto la tesi delle difese sull'insussistenza  del dolo specifico nei fatti di causa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallimento Connie Park: assolti tutti gli imputati, non fu bancarotta fraudolenta

SalernoToday è in caricamento