Cronaca

Falsi diplomi per scalare le graduatorie, venti bidelli salernitani indagati

Gli accertamenti sono scattati a seguito di numerose segnalazioni giunte al Ministero dell’Istruzione. Contatti tra le Procure del Nord e il Provveditorato di Salerno

Proseguono senza sosta le indagini delle Procura di Padova, Verona, Vicenza e Venezia che vedono coinvolti ben 20 bidelli della provincia di Salerno. Gli accertamenti - riporta Il Mattino - sono scattati a seguito di numerose segnalazioni giunte al Ministero dell’Istruzione per verificare i diplomi, tutti con il massimo dei voti, presentati per scalare le graduatorie di terza fascia (nelle quali rientra chi non ha fatto un concorso).

L'inchiesta

Con quelle attestazioni alcuni di loro sono riusciti a ottenere supplenze anche annuali negli istituti scolastici del Nord. Almeno finora quattro bidelli salernitani ed uno veneto sono già stati licenziati. Le segreterie venete hanno chiesto informazioni al Provveditorato di Salerno che, su disposizione della direzione generale dell’Ufficio scolastico campano, ha fornito chiarimenti ed ora altri 20 bidelli risultano indagati per aver presentato al momento dell’assunzione un diploma di scuole di formazione non parificate.Tra i bidelli di Salerno adesso sotto torchio ci sarebbe anche una coppia dell'Agro nocerino che ha cercato fortuna al nord.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsi diplomi per scalare le graduatorie, venti bidelli salernitani indagati

SalernoToday è in caricamento