Falsi documenti per ottenere il porto d'armi: denunciati due salernitani

Complessivamente sono sette le persone finite nel mirino della Procura di Potenza. Nelle ultime ore, su disposizione della Questura, è stata sequestrata anche un'armeria

Un'armeria è stata chiusa in provincia di Potenza su ordine della Questura a seguito di alcuni sviluppi maturati nell'inchiesta che nella scorsa settimana ha portato alla denuncia di sette persone per la contraffazione dei documenti utilizzati per il conseguimento del porto d'armi. Uno dei sette indagati è il titolare dell'attività finita sotto sequestro.

I dettagli

L'indagine della Procura di Potenza, delegata alla Polizia, ha permesso di scoprire la contraffazione di numerosi diplomi di idoneità al maneggio delle armi per ottenere il conseguimento della licenza di porto d'arma. Nei giorni scorsi sono state effettuate perquisizioni in cui sono stati sequestrati materiale di interesse investigativo e due pc. Due persone della provincia di Salerno sono accusate della contraffazione, altre cinque (della provincia di Potenza) devono invece rispondere di uso di atto falso per aver utilizzato i diplomi contraffatti per ottenere la licenza di porto d'arma. Oltre alla chiusura dell'armeria, la Questura ha disposto la revoca dei porti d'arma rilasciati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Angri, investito da un treno mentre raggiunge il binario: grave studente

  • Incidente in litoranea ad Eboli, auto investe una donna: è morta

  • Dramma alla Cittadella: medico stroncato da un infarto, inutili i soccorsi

  • Travolta da un bus mentre attraversa la strada a Milano: grave maestra salernitana

  • Maltempo a Salerno, cade un grosso albero: disagi a Casa Manzo

Torna su
SalernoToday è in caricamento