Fare Verde Cilento, i volontari in campo: "Liberiamo dai rifiuti il Bussento"

Le numerose discariche, piccole e grandi, lungo il fiume sono state infatti scoperte e segnalate dalla associazione all’ amministrazione del comune di Santa Marina

Anche quest’anno Fare verde Cilento partecipa all’evento mondiale Clean Up the World (pulizia del mondo) una delle maggiori campagne di volontariato ambientale nel mondo. La campagna ha avuto origine dalla collaborazione tra Clean Up Australia e l'Unep (United Nations Enviroment Programme), legate dal comune obiettivo di estendere su scala globale quanto proposto dall'iniziativa Clean Up Sydney Harbour Day, realizzata in Australia nel 1989. Con questa iniziativa saranno liberate dai rifiuti e dall'incuria i parchi, i giardini, le strade, le piazze, i fiumi e le spiagge di molte città del mondo. Fare Verde Cilento, che ha nel proprio statuto il volontariato ambientale quale forma insostituibile di responsabilità e civiltà dei volontari e dei cittadini tutti, ha deciso quest’anno di intervenire, al fine di condividere questo importante obiettivo internazionale, a liberare dai rifiuti l’area Sic del fiume Bussento.

Le numerose discariche, piccole e grandi, lungo il fiume sono state infatti scoperte e segnalate dalla associazione all’ amministrazione del comune di Santa Marina. Pertanto ha inoltrato al sindaco e assessore dell’ambiente la richiesta di bonificare l’area il 27 settembre scorso, dalle 9 alle 12.  Fare Verde Cilento chiede al Comune di fornire il supporto di un automezzo per trasportare i rifiuti raccolti all’isola ecologica del comune stesso. Ha chiesto altresì all’Asl competente di intervenire sul posto per recintare, e successivamente bonificare, una zona sull’argine fluviale dove sono stati da tempo abbandonati materiali in cemento amianto.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine  ricorda “che non si deve considerare i volontari come operatori ecologici; il lavoro volontario ha l’obiettivo di servire d’esempio a tutti i cittadini e di  pungolo alle amministrazioni locali sul problema grave dell’inquinamento. Sono le amministrazioni locali le dirette responsabili della sorveglianza e della riduzione dei rifiuti fino al raggiungimento del traguardo “rifiuti zero”, oramai irrinunciabile, che i comuni devono darsi in tempi brevi se si vuole veramente uscire  da questo cronico problema che danneggia l’ambiente, patrimonio di tutti, e la salute dei cittadini”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a San Cipriano Picentino, uomo si impicca nel cimitero

  • Torna lo spettro del Covid-19 a Salerno città, la denuncia del Comitato San Francesco e l'appello di Polichetti

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • Covid-19: positiva una dipendente bancaria a Salerno

  • Covid-19 alla gelateria Buonocore, il titolare: "Abbiamo chiuso per tutelare i clienti"

  • Covid-19, altri 7 contagi in Campania: i dati del bollettino

Torna su
SalernoToday è in caricamento