rotate-mobile
Cronaca

Farmacista salernitano finisce in manette: è accusato di ricettazione di medicinali

Molti dei farmaci rinvenuti dalla Guardia di Finanza hanno un elevato valore economico e sono destinati a trattamenti terapeutici di patologie oncologiche e neurodegenerative

Un farmacista salernitano è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Fiumicino con l’accusa di ricettazione di farmaci, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura di Napoli Nord. I finanzieri hanno effettuato una serie di perquisizioni in alcuni abitazioni in uso al professionista e nella sua farmacia. Le indagini, iniziate nei primi giorni di giugno dopo un imponente sequestro all’interno di un deposito ad Arzano in provincia di Napoli, hanno permesso di bloccare la distribuzione sul mercato di oltre 50mila confezioni di farmaci di vario tipo, provenienti da diverse nazioni e da strutture ospedaliere, per un valore di circa 850mila euro.

Molti dei farmaci rinvenuti hanno un elevato valore economico e sono destinati a trattamenti terapeutici di patologie oncologiche e neurodegenerative che hanno bisogno di particolari modalità di conservazione, ad una temperatura controllata, assolutamente inesistenti nel deposito di Arzano dove erano stipati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmacista salernitano finisce in manette: è accusato di ricettazione di medicinali

SalernoToday è in caricamento