menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fase 2, i mercatini non riaprono nel salernitano: il caso di Battipaglia

A Salerno gli operatori ambulanti dei mercati di piazza Cavaliere Vittorio Veneto, Robertelli e De Crescenzo hanno sottoscritto la richiesta di riaprire da lunedì della prossima settimana, insieme alla probabile apertura del settore non alimentare

Dei circa 350 mercati sparsi tra Salerno e provincia, oggi ne è ripartito soltanto uno, quello di Battipaglia. Sono stati gli stessi operatori a decidere per un rinvio della ripartenza perchè "dobbiamo arrivarci rispettando le normative che sono state previste, dobbiamo riattivare le assicurazioni dei furgoni, ci sono colleghi che hanno problemi con i camion fermi da due mesi", spiega il presidente provinciale di Anva Confesercenti, Aniello Ciro Pietrofesa. E', dunque, "un problema di organizzazione nostra", chiarisce ricordando che "la nostra difficoltà maggiore è quella di trovare i guanti e i dispositivi di protezione individuali". Nel capoluogo, l'amministrazione comunale aveva già predisposto sia lo sgombero dai veicoli delle aree mercatali che la sanificazione. Ma, Pietrofesa, facendosi portavoce dei suoi iscritti, ha chiesto un rinvio al 18 maggio.

L'intesa

Gli operatori ambulanti del settore alimentare, ortofrutta e ittico dei mercati di piazza Cavaliere Vittorio Veneto, Robertelli e De Crescenzo hanno sottoscritto la richiesta di riaprire da lunedì della prossima settimana, insieme alla probabile apertura del settore non alimentare, anche per solidarietà con lo stesso settore non alimentare. "Fino a domenica 17 maggio, i mercati possono riaprire solo per la parte alimentare. Poi, scade l'ordinanza nazionale di chiusura dei mercati. Si va verso, sicuramente, una riapertura differenziata nelle regioni. Il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, è intenzionato a riaprire anche i settori non alimentari", annuncia il presidente di Anva.

Il caso Battipaglia

Intanto, nei 158 comuni del Salernitano, "l'unica area mercatale ripartita oggi è quella di Battipaglia dove il Comune aveva già avviato, una settimana prima, i protocolli con gli operatori", sottolinea Pietrofesa. Che rimarca come, alla riapertura, "dobbiamo assicurare che tutti gli operatori e i clienti abbiano mascherine e guanti. Gli ingressi saranno vigilati, non contingentati, per garantire che tutti entrino con i dispositivi di protezione". Il presidente di Confesercenti provinciale di Salerno, Raffaele Esposito, ribadisce che "siamo tutti impegnati per garantire una fase due in linea con le esigenze sanitarie e con la vera ripartenza dei nostri settori commerciali, dei servizi e del turismo". Perciò, aggiunge che "anche gli imprenditori del settore ambulante necessitano di sostegno concreto e di rispetto istituzionale e di regole certe per la tutela del proprio lavoro". Rivendica, quindi, che "Confesercenti attraverso Anva è costantemente impegnata per garantire agli operatori ed ai fruitori dei mercati cittadini e provinciali le migliori garanzie per tornare a rivivere i nostri meravigliosi quartieri"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento