menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
De Luca e Napoli

De Luca e Napoli

Il 2015 tutto d'un fiato: le notizie che hanno segnato l'anno che volge al termine

Dall'elezione del presidente della Regione De Luca, al caos sanità, alle soddisfazioni sul turismo, passando per le inaugurazioni e, purtroppo, per i fatti di sangue in strada: ecco il bilancio

Cala il sipario sul 2015. Abbiamo scelto i fatti più significativi accaduti a Salerno e in provincia per ricordare questi dodici mesi.

La politica:

L'ex sindaco di Salerno è stato eletto presidente della Regione Campania. Nonostante la campagna dell'opposizione e le lance a suo sfavore scagliate da alcuni fronti del suo stesso partito, Vincenzo De Luca è diventato Governatore della Campania. Prima della nomina a Palazzo Santa Lucia, non sono mancati gli effetti della legge Severino che hanno portato alla sua sospensione da sindaco, per la condanna sulla vicenda del termovalorizzatore, e poi, immediatamente, alla sospensiva della sospensione della carica. Contorte le vicende giudiziarie che hanno fatto rischiare la poltrona all'ora ex sindaco di Salerno nel 2015. Nonostante tutto e tutti, ad ogni modo, De Luca resta in carica alla Presidenza, anche a seguito dell'ultimo rinvio sulla sentenza in merito alla legittimità della sospensione inerente alla legge Severino, in attesa della pronuncia della Consulta che dovrà decidere sulle eccezioni di incostituzionalità.

Gli omicidi:

Un anno, quello che sta per finire, segnato anche da fatti sangue, purtroppo. In particolare, c'è stato un duplice omicidio a Fratte: lo scorso 5 maggio, a perdere la vita a colpi di pistola, in strada, sono stati Angelo Rinaldi e Antonio Procida. Le immagini della telecamera di sicurezza collocata nella piazza di Fratte ha incastrato il boss Matteo Vaccaro e Roberto Esposito che sarebbero stati in sella allo scooter Honda Sh, all'inseguimento delle due persone che poi sono state uccise. Oltre alle immagini,  la conferma che incastra il boss è giunta dalla prova Stub: dagli esami risulta che ad aver usato le armi siano stati sia Matteo Vaccaro, che suo figlio Guido. E ancora, il 25 agosto a Pontecagnano è stato ucciso a colpi di pistola, davanti alla moglie e il nipotino, Aldo Autuori. L'agguato è stato consumato ad agosto davanti al bar Lory, mentre Autuori era seduto all'esterno del locale in compagnia della moglie e del nipotino. La sua prima reazione è stata una fuga istintiva verso la sua abitazione, distante poche centinaia di metri, ma sentendosi perduto, ha tentato invano di trovare riparo dietro un furgoncino parcheggiato davanti al bar. Da lì, un ultimo tentativo di fuga sotto i colpi di due pistole, verso una via adiacente al bar. Ma dopo pochi metri è stato ucciso. E sempre a Pontecagnano, l'11 dicembre, è stato ucciso Massimiliano Nastri, freddato a pochi metri da casa sua, in via Pertini, da 4 colpi di pistola che lo hanno raggiunto al petto, all'addome e alla testa, davanti agli occhi della madre. Era uscito di prigione soltanto da pochi mesi. Le indagini dei carabinieri sono tuttora in corso.

Il sequestro:

Tra i numerosi blitz della Finanza, particolare rilievo ha avuto quello messo in atto per l'operazione Savoia. Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di beni, per oltre 8 milioni, disposto dal Gip di Salerno, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Salerno: a finire nei guai L.T. di anni 54, imprenditore di Pontecagnano Faiano, "nullatenente". Tra i beni sequestrati lo stabilimento balneare Bagni Savoia sul litorale di Pontecagnano Faiano e la sua attività di ristorazione, nonchè un agriturismo in corso di costruzione e una società di gestione per allestimento serre per l’agricoltura.
 

Gli sbarchi dei migranti:

Salerno ha vissuto in prima linea l'emergenza sbarchi dei migranti, accogliendo nei centri di accoglienza innumerevoli stranieri approdati sul territorio dopo aver affrontato un lunghissimo viaggio su barconi di fortuna. Ad essere assistiti nei centri del Comune di Salerno, diversi minori non accompagnati che hanno trovato accoglienza e stimoli per integrarsi grazie all'impegno del settore Politiche Sociali che ha messo in campo molte iniziative.

La Sanità:

Novità nel 2015 anche sul fronte sanità: è stato inaugurato, infatti, il nuovo Pronto Soccorso presso l'ospedale Ruggi. Ora sono disponibili oltre duemila metri quadri: la struttura è stata dotata di una camera climatizzata per l’arrivo dei pazienti a bordo delle ambulanze. La sala d’attesa, da sempre molto caotica, è stata completamente riqualificata con la realizzazione di uno sportello adibito al triage accettazione e sono stati allestiti locali dedicati per il codice rosso con 4 posti letto a disposizione dei pazienti più gravi, il codice verde con 9 posti letto per gli utenti che necessitano di particolari esami ed indagini per i quali vi è necessità di un’attesa tra le 24 e le 48 ore, e il codice giallo con 8 posti. Oltre la nuova Osservazione Breve Intensiva (OBI) che sarà dotata di 12 posti letto. Inoltre è stata individuata una sala per ortopedia e un altro locale per la pediatria e un’area per la radiologia. Prevista una  zona specifica per le donne vittime di violenze e maltrattamenti ed un’area per gli anziani. I lavori sono costati  2 milioni e 800 mila euro. Non sono mancate, però cattive notizie che hanno suscitato proteste ed amarezza in diversi comuni del territorio. L'azienda Ruggi, infatti, da gennaio chiuderà alcuni reparti degli ospedali del salernitano. I reparti gemelli, in sostanza, verranno eliminati: nello specifico, a Cava de’ Tirreni chiudono le corsie di ginecologia e ortopedia, al Fucito di San Severino sarà sospesa, oltre alla ginecologia, anche pediatria. Trasferita al Ruggi pure l’oncologia, dove sarà riunita tutta l’assistenza. Sospensione anche per il servizio cardiologico a Castiglione di Ravello.

La morte di Peppe Natella:

E' morto un pezzo della cultura salernitana quest'anno: si è spento a due giorni dal Natale il professore Peppe Natella. Dolore per la scomparsa del titolare di un negozio di arte presepiale nonchè noto organizzatore di fiere e manifestazioni culturali in città, quali la rassegna dei Barbuti e i mercatini natalizi nel centro storico. Centinaia di persone (commercianti, amici, familiari) hanno gremito la Cattedrale cittadina per partecipare ai funerali celebrati dall’arcivescovo Luigi Moretti.

L'incidente:

Anche il 2015, purtroppo, è stato caratterizzato da diversi incidenti mortali. Ultimo in ordine temporale, quello avvenuto proprio nella notte di Natale. Dolore e sconcerto per la morte di Renato Di Pasquale, il macellaio 32enne coinvolto nell'incidente sulla Strada Provinciale 313 a Montecorvino Pugliano. L'uomo guidava la sua Peugeot 107 quando ha peso il controllo della vettura, andandosi a schiantare contro un muro. Con lui anche un passeggero che è attualmene in ospedale con delle ferite guaribili in 15 giorni.

Le inaugurazioni:

La nostra città ha acquisito angoli e aree nuove che hanno inciso anche sulle abitudini di vita dei salernitani. Tra queste, prime fra tutte, la riqualificazione di Santa Teresa: con tale intervento che comprende Piazza della Libertà, il Crescent, la Stazione Marittima, il nuovo Teatro Diana, il centro storico di Salerno ha riconquistato il rapporto con il mare. Tra gli altri tagli del nastro, rilevante senz'altro anche quello della Lungoirno. In particolare, è stato realizzato il sottopasso pedonale e veicolare di collegamento tra via Torrione e via Vinciprova. Conclusi, infatti, i lavori per l'attraversamento del ponte ferroviario della stazione di Salerno: è, così, completa la Lungoirno, l'asse stradale/pedonale secondo la direttrice N/S che si sviluppa su un tracciato di circa 3,5 km.

Luci d'Artista:

Senza precedenti, il successo di pubblico di Luci d'Artista, quest'anno, in città. Inizialmente, a causa dell'agitazione dei vigili urbani per il caso sugli straordinari, si sono registrati notevoli disagi per automobilisti e pedoni a causa del caos, ma già nelle scorse settimane l'emergenza è rientrata e con l'attivazione delle navette ed il ritorno dei caschi bianchi in strada, il piano anti-caos ha retto. Decisamente soddisfacenti i primi numeri delle presenze in città divulgate dal sindaco Napoli.

Turismo:

Soddisfazioni per il nostro territorio: nella classifica dei dieci viaggi da fare nella vita la community di Tripadvisor ha collocato al sesto posto la Costiera Amalfitana. Un dato importante a cui plaude, sulla sua pagina Facebook, anche il governatore della Campania. E, infine, il Cilento si è confermato re dell'estate: parola della guida alla vacanze di qualità sulle coste dei mari e laghi italiani di Legambiente e Touring Club Italiano.

Attendere un istante: stiamo caricando il sondaggio...

Qual è l'evento del 2015 che ti ha colpito di più?

Il sondaggio sulle notizie più importanti dell'anno che volge al termine



Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento