Faville Festival, partecipa l'associazione dedicata a Rosaria Tancredi

Si tratta della 28enne salernitana scomparsa il 4 marzo di quest’anno a causa di un brutto male. La manifestazione, organizzata a Pontecagnano, è dedicata alle arti digitali

Rosaria Tancredi

L’associazione Art dedicata a Rosaria Tancredi, la 28enne salernitana scomparsa il 4 marzo di quest’anno a causa di un brutto male, parteciperà con l’opera “Ogni giorno alla prima edizione del Faville Festival dedicato alle arti digitali: luci, musica, videomapping e digital art, organizzato dal Comune di Pontecagnano Faiano e dall’assessorato alla cultura, con direttore artistico Fabrizio Todisco.

Il progetto

Art nasce da un sogno, il sogno di Rosaria, critica e storica dell'arte con una spiccata passione per l'arte contemporanea e la museologia. L'idea che anima l’associazione è quella di promuovere qualsiasi forma di espressione artistica come un bene di carattere sociale, attraverso la realizzazione di progetti culturali rivolti ad esperti, appassionati o a chi si approccia per la prima volta all’arte contemporanea. Nell’ambito del Faville Festival, l’associazione propone un’opera dal carattere transitorio, estemporaneo, condiviso, organizzata in due momenti: un’opera digitale che sarà proiettata durante i tre giorni dell’evento ed una suggestiva mostra narrativa all’interno di un cubo, una sorta di camera chiusa dentro la quale si apre però un viaggio. Il videomapping è realizzato per l’occasione dall’artista bolognese Lvme (Enea Luisi) con Aelion Project, la mostra narrativa è ideata dall’associazione Art in collaborazione con la visual design Carla Memoli che ne ha curato le illustrazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tema dell’istallazione e della mostra è il viaggio, vissuto come dono dalla nostra protagonista: un viaggio vero e immaginato, un viaggio fatto di emozioni e di suggestioni. Letteratura e arte si intrecciano, grazie al suggestivo scenario di Istanbul, vissuto intensamente grazie alle citazioni dei romanzi di Orhan Pamuk ed in particolare ad luogo privilegiato: il Museo dell’Innocenza. Attraverso l’immagine della piuma, simbolo di leggerezza e libertà, scopriremo che ogni viaggio è una scoperta e che in realtà il viaggio è la nostra vita, ogni giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento