menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carne rossa cancerogena, Federcarni Salerno: "Nessun allarme"

Il presidente Arosio: "Non bisogna mai commentare d’istinto quando si tratta di indicazioni di carattere scientifico ma non si può sottacere il grave rischio allarmismo"

L’inserimento delle carni rosse lavorate fra le sostanze che possono causare il cancro da parte dell’ dell’International Agency for Research on Cancer dell’Oms, elaborate dall’Organizzazione mondiale della sanità, fa scattare l’allarme di Federcarni Confcommercio per l’effetto allarmismo che può derivare da tale notizia,  con una ricaduta negativa concreta sull’attività di migliaia di imprese della produzione e della distribuzione di qualità.

Per questo il presidente della Federcarni della provincia di Salerno Matteo Accurso concorda con quanto affermato dalla presidente nazionale Maurizio Arosio: “Non bisogna mai commentare d’istinto quando si tratta di indicazioni di carattere scientifico ma non si può sottacere il grave rischio allarmismo. Proprio in questo periodo, come Federcarni, abbiamo avviato la campagna delle borse della carne con messaggi importanti per i consumatori sulle qualità della carne rossa che, magra - secondo una ricerca americana (Penn State University) - fa bene alla salute; sul fatto che la carne sia oggi uno degli alimenti più controllati e sicuri, e su quanto sia importante il ruolo del macellaio nel saper consigliare. I criteri generali di una sana alimentazione: qualità e moderatezza – conclude Arosio- sono le risposte giuste”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento