rotate-mobile
Cronaca

Festa della Liberazione a Salerno e provincia: gli eventi del 25 aprile 2015

Tutto pronto per il 70° anniversario della Liberazione: il 25 aprile, alle ore 9,30 avrà luogo, nella Piazza Vittorio Veneto, la tradizionale cerimonia. Tanti gli altri appuntamenti in provincia

Tutto pronto per il 70° anniversario della Liberazione: domani, 25 aprile, alle ore 9,30 avrà luogo, nella Piazza Vittorio Veneto, la tradizionale cerimonia, alla presenza dei sindaci dei Comuni della provincia con i Gonfaloni, dei rappresentanti delle Associazioni Partigiane, Combattentistiche e d’Arma, con i Labari e le bandiere, delle Organizzazioni sindacali e delle scolaresche. Alle ore 10, gli Onori ai Caduti e deposizioni di corone d'alloro al Monumento ai Caduti ed alla lapide al Partigiano Tenente Ugo Stanzione, poi il saluto del Prefetto e la lettura dei messaggi commemorativi da parte del Vice Sindaco di Salerno, del Presidente della Provincia, di un rappresentante delle Organizzazioni Sindacali e di un Rappresentante delle Associazioni combattentistiche e d’arma. Non mancherà una breve riflessione da parte del Presidente della Consulta provinciale degli studenti e alle 10,30 presso la Chiesa del Sacro Cuore, la santa Messa in suffragio dei Caduti. Alle ore 11 inizia il Corteo da Piazza Vittorio Veneto a Piazza della Concordia, passando per Corso Vittorio Emanuele e Via SS. Martiri Salernitani: alle ore 11,15 l'alzabandiera e deposizione di una corona di alloro al Monumento al Marinai da parte dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia e delle Organizzazioni sindacali, al fischio del nostromo dall'Associazione Marinai con l'ausilio di 2 marinai della Capitaneria di Porto. Alle ore 11,30 il corteo percorre il lungomare per giungere alle 11.45 in piazza Sant'Agostino, con la deposizione di corone d’alloro da parte del Presidente della Provincia e delle Associazioni Partigiane ai piedi della lapide che ricorda le Medaglie d’Oro della Resistenza e alle 12, in Piazza Cavour, si terrà il concerto bandistico.

"L’anniversario del 25 aprile ripropone alla memoria di ciascuno di noi il significato più alto e autentico del momento fondante della nostra storia repubblicana. - ha detto il presidente della Provincia, Giuseppe Canfora - La Festa della Liberazione è la festa della riunificazione dell’Italia, brutalmente divisa in due, dopo l’8 settembre 1943, dall’occupazione nazifascista. Dinanzi alla crisi che ha investito l’Italia e l’Europa, abbiamo bisogno di attingere alla lezione di unità nazionale che ci viene dalla Resistenza Partigiana, che è uno dei pilastri su cui sono edificate la nostra democrazia e la nostra libertà. Il sacrificio di tanti partigiani, che unì generazioni di cittadini nella guerra di liberazione dal nazifascismo, anche qui, nella nostra Provincia,  rappresenta ancora oggi un modello di impegno civile per le giovani generazioni. Per questo bisogna continuare a rievocare e trasmettere la storia: ci sono ricordi  ed avvenimenti che non devono mai essere dimenticati o rimossi dalla memoria, affinché non si disperdano insegnamenti ed esempi di cui abbiamo ancora oggi bisogno. Desidero, inoltre, rivolgere il mio pensiero commosso alle tante vittime innocenti che quotidianamente trovano la morte nel Mediterraneo nel tentativo di fuggire da guerre, povertà e disperazione, inseguendo un barlume di vita migliore. Sono essi i martiri della Nuova Resistenza alle ingiustizie e ai soprusi e a loro si devono stringere l’Italia e l’Europa intera, ricercando e realizzando iniziative concrete che diano una speranza di riscatto, nella costruzione di un mondo più giusto e più solidale". Canfora, il 25 aprile alle ore 12,30 sarà al Cimitero degli inglesi a Bellizzi per onorare le vittime militari dello sbarco di Salerno, deponendo una corona di fiori.

L'Arci Mumble Rumble” e l’ANPI, in collaborazione con Associazioni Culturali e artisti, e con il Patrocinio del Comune di Salerno, intanto, propone un programma di eventi culturali nei locali del complesso di Santa Sofia. Poi, a Baronissi,in piazza della Rinascita, venerdì 24 aprile si terrà la proiezione del Videoclip “Tammorriata della Valle Offesa” con interventi di Antonio Giordano, Paolo Battista e la Compagnia Daltrocanto. Seguirà un concerto con i Moozik, i Siderali e ‘A Tammorra ‘e Castiello. Mentre a Maiori, alle ore 18.30, sulla “rotonda” del Lungomare Amendola “70 ANNI…e la RESISTENZA continua" con una mostra, canti e balli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Liberazione a Salerno e provincia: gli eventi del 25 aprile 2015

SalernoToday è in caricamento