menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Pasquale Del Sorbo

Foto di Pasquale Del Sorbo

Festa della "Madonna delle Galline" a Pagani: aria di attesa

Si narra che una antica effige della Madonna, una tavoletta lignea dipinta, fu ritrovata nel XVI secolo grazie ad alcune galline che razzolavano nel luogo dove successivamente fu eretto il Santuario

Già c'è aria di festa a Pagani: il venerdì successivo alla Santa Pasqua,  si rinnova il suggestivo rito che dà inizio ai festeggiamenti in onore della Vergine del Carmelo, alias Madonna delle “Galline”. Musica presso lo storico Santuario, dove i fedeli si recano per offrire alla statua lignea della Vergine un pavone e delle galline, tra preghiere e canti. Nacchere e tammorre scandiscono la festa all'insegna delle tradizioni popolari che ha il suo clou durante la processione della domenica, alle  9: la Vergine, partendo dal Santuario, attraversa tutte le le strade del comune, rientrando in chiesa solo in serata.

Si narra che una antica effige della Madonna, una tavoletta lignea dipinta, fu ritrovata nel XVI secolo grazie ad alcune galline che stavano razzolando proprio nel luogo dove successivamente fu eretto il Santuario. Al culto dell’immagine dette un forte impulso la guarigione di uno storpio, agli inizi del XVII secolo e attribuita all’intervento della Madonna. Cresce, dunque, nella comunità, l'attesa per rinnovare ancora una volta la tradizione.

(Foto di Pasquale Del Sorbo)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento