rotate-mobile
Cronaca Centro / Corso Vittorio Emanuele

Fiaccolata anti-pellicce: presentato il programma dell'iniziativa della Lav

Quest'anno, la fiaccolata si svolgerà in collaborazione con il circolo di Legambiente "Orizzonti"

Non tutti sanno che visoni e lontre, castori, ermellini e volpi, zibellini e scoiattoli. Ma anche agnellini, cani, gatti: almeno 70 milioni di animali sono allevati nel mondo per la loro pelliccia. Nè tutti sono consapevoli del fatto che l’85% della produzione mondiale di pellicce, derivi da allevamenti intensivi dislocati prevalentemente in Europa, ma anche in Cina, Stati Uniti, Canada, Russia e altri Paesi. Condizioni di privazione estreme, negli allevamenti, fanno insorgere negli animali comportamenti stereotipati: lo stress li induce perfino a provocarsi automutilazioni.

Per far sapere questo e molo altro ai salernitani, dunque, la Lav di Salerno domani pomeriggio, a partire dalle ore 17:30, presso piazza Ferrovia, terrà una fiaccolata contro le pellicce, in collaborazione con il circolo Orizzonti di Legambiente. Un appuntamento, questo, giunto alla sua seconda edizione e che lo scorso anno ha contato circa 200 presenze. Il corteo funebre per le vittime degli allevamenti, procederà lungo Corso Vittorio Emanuele, capitanato da una gabbia contenente pellicce donate da chi, comprendendo cosa si celi dietro il mercato di tale prodotto, ha rinunciato ad indossarlo.

Giunti in piazza Portanova, dunque, una delle volontarie, nei panni di un visone, entrerà simbolicamente nella gabbia, per lanciare a tutta la cittadinanza il suo messaggio e dire "no" alle pellicce. "Se in Europa già diversi Paesi stanno vietando l’allevamento di animali per la produzione di pellicce, in Italia gli allevamenti stanno aumentando: negli allevamenti di visoni oggi attivi (1 in Abruzzo, 5 in Emilia Romagna, 8 in Lombardia, 5 in Veneto) sono detenuti oltre 200.000 animali, e sappiamo che altre strutture stanno per essere avviate -  ha spiegato Mariasperada Laudisio, presidente della Lav di Salerno - Nel 2001, il Comitato Scientifico della Commissione UE aveva denunciato gli allevamenti finalizzati alla produzione di pellicce come gravemente lesivi del benessere animale. Dopo oltre 10 anni, nulla è cambiato".

Continua, così, la battaglia di pressione istituzionale e sensibilizzazione dell'opinione pubblica sino a quando tutti questi allevamenti saranno definitivamente chiusi. Durante l'iniziativa, quindi, sarà anche possibile firmare la petizione che mira a far pressione sulle Commissioni Sanità ed Agricoltura che valuteranno la proposta della Lav, finalizzata a porre fine alle sofferenze degli animali. A prender parte alla fiaccolata, insieme alla Lav, anche Veg in Campania, Venganch'io Cavese, Aacli e San Francesco di Paola.

La zanzarata

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiaccolata anti-pellicce: presentato il programma dell'iniziativa della Lav

SalernoToday è in caricamento