menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiaccolata contro l'inquinamento della Valle dell'Irno: il programma

Gli organizzatori: "La manifestazione sarà occasione per ricordare le vittime dell'inquinamento atmosferico nella Valle dell'Irno, a causa della presenza di attività industriali inquinanti ed obsolete". La Cisl, Usb e Sos Consumatori aderiscono

Si terrà il 25 gennaio alle ore 16:30, la fiaccolata organizzata dal Comitato Salute e Vita contro l'inquinamento atmosferico nella Valle dell'Irno. Da piazza Vittorio Veneto, dunque, si giungerà fino in piazza Portanova, per poi approdare in piazza Amendola e consegnare al Prefetto un dossier e un documento, elaborati dallo stesso Comitato.

"La manifestazione sarà occasione per ricordare le vittime dell’inquinamento atmosferico nella Valle dell’Irno, a causa della presenza di attività industriali inquinanti ed obsolete, incompatibili con il territorio, alcune di esse, come le Fonderie Pisano, fin dal 2004 sono state oggetto d’inchieste giudiziarie", spiegano gli organizzatori.

Tra gli altri, la Segreteria Provinciale della Cisl di Salerno ha deciso di aderire: sarà presente con i segretari confederali Elena Conte e Pietro Pernetti, che rappresenteranno l'intera Cisl di Salerno che ha deciso di sostenere l'iniziativa nel corso della riunione della segreteria provinciale. "Il nostro segnale vuole essere un piccolo gesto di solidarietà- ha detto Matteo Buono, segretario generale della Cisl di Salerno- ma anche una ferma presa di posizione nei confronti di problematiche che interessano migliaia e migliaia di famiglie della nostra provincia. La fiaccolata per ricordare le vittime dell'inquinamento atmosferico della Valle dell'Irno sarà un momento di riflessione per sottolineare come sviluppo economico, benessere sociale e creazione di nuovi posti di lavoro non debbano assolutamente e mai andare in contrasto con il bene primario: la vita", conclude. Ad aderire, intanto, anche Usb ed Sos Consumatori: "Condividendo le istanza dei cittadini e le difficoltà che gli stessi denunciano da decenni, abbiamo deciso di mandare in affissione in città un manifesto pubblico di adesione alla fiaccolata", ha annunciato Lorenzo Forte.

L'appello, intanto, è rivolto a tutti, affinchè ognuno faccia la propria parte per trovare una soluzione idonea e tempestiva, che restituisca dignità ai cittadini ed un futuro certo, con il ripristino del diritto alla Salute come garantito dalla Costituzione Italiana Art. 32. comma 1. "Convinti che fatti del genere non potranno più ripetersi con la complicità di chi dovrebbe governare il territorio nell’interesse pubblico e nell’interesse della tutela dei cittadini e dei lavoratori, consapevoli che solo insieme potremo recuperare la voglia di vivere in una comunità che mette al centro la solidarietà e la partecipazione per il bene comune", quindi, si dicono speranzosi gli organizzatori della manifestazione. Info:comitatosaluteevita@hotmail.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento