rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

Figli delle chiancarelle contro il Crescent Salerno

Successo per l'iniziativa organizzata dal gruppo facebook e da Italia Nostra Salerno per raccogliere fondi per i ricorsi presentati al consiglio di Stato contro la costruzione del Crescent

I figli delle chiancarelle contro il Crescent Salerno: successo per l'iniziativa organizzata dal gruppo facebook a sostegno di Italia Nostra Salerno nel ricorso al consiglio di Stato contro la costruzione del Crescent nella zona di Santa Teresa. L'iniziativa si è tenuta sabato scorso e "numerosi salernitani - si legge in una nota del gruppo - si sono recati al bar No Stress per sottoscrivere i BOP (buoni ordinari delle pullanghelle) destinati a sostenere economicamente Italia Nostra".

L'offerta era libera ed i BOP, a tiratura limitata, con numero progressivo, sono andati "letteralmente a ruba". Cento i BOP emessi dal gruppo facebook: il centesimo sarà addirittura messo all'asta su Internet. Obiettivo dei figli delle chiancarelle è raggiungere quota 1300 Euro per pagare due dei tre ricorsi presentati da Italia Nostra al consiglio di Stato per fermare la costruzione del Crescent.

"Come con l’acquisto della cucina della Mensa dei Poveri di San Francesco (per la quale sono stati raccolti 3450 Euro solo dai figli delle chiancarelle) - si legge ancora nella nota - ancora una volta i figli delle chiancarelle si impegnano per il sociale perché vogliono ribadire il loro amore per Salerno e il territorio cittadino; attraverso questi gesti di grande valore civico, le istituzioni dovranno capire che le esigenze, i desiderata e le proposte dei cittadini vanno ascoltate e non represse e derise. I figli delle chiancarelle vogliono sentirsi rappresentati dal primo cittadino e quindi ancora una volta con un’iniziativa tra il goliardico e il serio chiedono a De Luca di essere ascoltati. I figli delle chiancarelle si augurano che anche De Luca si decida a fermare l'ecomostro Crescent, magari comprando anche lui una buona azione, altra definizione usata per descrivere i BOP". I buoni rimasti, una ventina, sarano messi in vendita sabato 14 e domenica 15 aprile presso lo stand di Italia Nostra sul lungomare, all'altezza di via Velia.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Figli delle chiancarelle contro il Crescent Salerno

SalernoToday è in caricamento