La figura del "geometra", Savoncelli a Salerno: "Ecco perchè è importante per i cittadini"

Il presidente del Consiglio Nazionale Geometri ha partecipato ad un convegno organizzato al Grand Hotel

Il convegno

C’è bisogno di una forte evoluzione della figura del geometra, che è storica ma vuole proiettarsi verso il futuro”. E’ quanto sostiene il presidente del Consiglio Nazionale Geometri Maurizio Savoncelli che, oggi pomeriggio, ha partecipato ad incontro di grande rilevanza rivolto alle prospettive future del geometra nell’attuale scenario del mondo professionale. Al convegno, organizzato presso il Grand Hotel Salerno, non sono voluti mancare i presidenti dei Collegi dei Geometri della regione Campania ed altri rappresentanti di categoria a livello nazionale e regionale.

Il commento del presidente

Savoncelli ha descritto nei dettagli l’importanza della figura professionale del geometra: “E’ il tecnico per il territorio, che lo vive ed è a disposizione di esso. Storicamente è una figura professionale polivalente che conosce le dinamiche e le problematiche che afferiscono il territorio ed è sempre stato in prima linea in tutte le tragedie. Gli ultimi eventi sismici (vedi i terremoti de L’Aquila, dell’Emilia Romagna, del Centro Italia e di Ischia) hanno visto i geometri tra i primi ad arrivare nella fase dell’emergenza. Ma anche in quella fase importantissima per la verifica dell’agibilità dei fabbricati. Il geometra è vicino alle famiglie, al tessuto sociale ed è interlocutore diretto con le amministrazioni. Spesso la sua figura svolge anche il ruolo di amministratore nei piccoli paesi dov’è nota e conosciuta”. Ma per il presidente Savoncelli è arrivato il momento di guardare avanti: “C’è bisogno di una forte evoluzione di questa figura, che è storica ma vuole proiettarsi verso il futuro. Ci vogliono nuove strategie, nuovi contenuti e un percorso che abbiamo delineato già con tutta la categoria per rilanciare questa figura tra il cittadino e l’amministrazione”. Fondamentale è anche il nuovo rapporto con il Dipartimento di Protezione Civile: “La riforma vede la partecipazione attiva e diretta dei geometri insieme agli ingegneri, ai architetti e ai geologi nel Corpo tecnico nazionale. Una struttura nuova che sarà organizzata anche in tempo di pace prevalentamente nel Corpo di Protezione Civile per fare quelli azioni di formazione che sono importanti e indipsendabile per intervenire con competenza e tempestività al momento opportuno”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La curiosità

Nell’ambito della manifestazione sono stati consegnati “attestati di riconoscimento” ai geometri impegnati nelle attività emergenziali post sisma Centro Italia e Ischia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Covid-19, De Luca firma l'ordinanza: movida di nuovo sotto controllo

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Bonus tiroide: di cosa si tratta e come fare per richiederlo

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento