menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Obbligava moglie e figlia a vedere video hard: nei guai un operaio

Dopo l'ennesima richiesta - riporta Metropolis - una quarantenne originaria di Salerno ha deciso di abbandonare il tetto coniugale e di chiedere il divorzio

Costringeva la moglie e la figlia di 5 anni a guardare i film hard, nei guai un operaio scafatese. E’ durata sette anni l’odissea che ha visto protagonista una 40enne salernitana, vittima dell’ennesima storia fatta di violenze e soprusi. La donna - riporta il quotidiano Metropolis - che ora è ritornata a vivere con i genitori a Salerno, dopo aver chiesto il divorzio al marito, un 42enne di Scafati, pretende anche l’affidamento esclusivo della figlia, una bimba di cinque anni, ai magistrati del tribunale per i minorenni di Salerno. Ha provato a restare con quell’uomo che amava più di ogni altra cosa. Ma tre mesi fa, dopo l’ennesima richiesta di vedere un video porno in presenza della primogenita, ha  deciso di abbandonare il tetto coniugale e allontanarsi da quella che era diventata una vera e propria prigione.

Dopo aver chiesto il divorzio dall’ormai ex coniuge ai giudici del tribunale di Nocera Inferiore la 40enne è intenzionata a chiedere anche l’affidamento esclusivo della figlia. La donna infatti, attraverso i suoi legali, cercherà di dimostrare davanti ai giudici del tribunale per i minorenni di Salerno che il 42enne scafatese non è in grado di provvedere alla stabilità psico-fisica della figlia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento